di Zazoom di lunedì 18 marzo 2024

Trento: bimbo in stato vegetativo dopo aver mangiato formaggio contaminato

trento bimbo

Un caso di grave negligenza medica è emerso all'ospedale Santa Chiara di Trento, dove una pediatra è accusata di aver rifiutato di visitare un bambino di 4 anni in gravi condizioni. Il piccolo, che aveva consumato formaggio contaminato da Escherichia coli, è ora in stato vegetativo. La vicenda, risalente al 2017, ha portato alla recente decisione del giudice dell'udienza preliminare Enrico Borrelli di rinviare a giudizio la dottoressa, con il processo che inizierà il 25 aprile 2024.

Il bambino aveva contratto la Sindrome emolitico-uremica (Seu) a seguito dell'ingestione del formaggio prodotto con latte crudo. La diagnosi tardiva, avvenuta tre giorni dopo il rifiuto della pediatra di effettuare la visita nonostante l'insistenza di una collega, ha causato danni irreversibili. La pediatra è ora accusata di lesioni e rifiuto di atti d'ufficio.

La battaglia legale intrapresa dalla famiglia del bambino ha visto l'incriminazione e la condanna dell'ex presidente del caseificio, Lorenzo Biasi, e del casaro Gianluca Fornasari, per lesioni gravissime. Il caseificio è stato ritenuto responsabile per l'uso di un tubo sporco di feci animali nel trasferimento del latte.

L'intossicazione alimentare può essere causata da vari batteri, come Staphylococcus aureus, che producono tossine in alimenti contaminati, con sintomi che possono includere nausea e vomito. È fondamentale che i professionisti del settore alimentare e sanitario seguano rigorosi protocolli per prevenire e gestire tali rischi.

Altre Notizie: Trento: Auto Investe Donna e Bambini su un Marciapiede; Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento Sospende abbattimento orsa Jj4; Trento : Picchia il figlio con le ortiche per farlo diventare uomo e violenta la moglie;