di Zazoom di 30 gen 2024

Meteo: cosa è la nebbia in Emilia Romagna e Marche?

meteo cosa

La nebbia continua a far capolino sull'Emilia Romagna e sulle Marche, e sembra intenzionata a restare per un po'. Le previsioni per domani, 30 gennaio, prevedono "estesi banchi di nebbia sulle pianure e le coste durante il giorno, mentre altrove il cielo sarà sereno. In serata, cieli nuvolosi con nebbia o foschia persistente tra Bolognese e Romagna". Secondo Arpae, questo fenomeno non sarà passeggero: dovremo convivere con la nebbia almeno fino a mercoledì 31 gennaio. Nei giorni successivi, il tempo sembra rimanere stabile fino al 4 febbraio, con "visibilità ridotta al mattino e alla sera a causa della presenza di foschie dense o nebbie sulle pianure e nelle vallate".

Ma cos'è esattamente la nebbia? Roberto Nanni, tecnico meteorologo di Ampro, spiega che si tratta essenzialmente di una nuvola che si forma a livello del suolo a causa della condensazione del vapore acqueo. Questo fenomeno ha origine dalle condizioni di alta pressione atmosferica, durante le quali il suolo si raffredda rapidamente, portando all'umidificazione dell'aria e alla formazione di minuscole goccioline in sospensione.

Per avere nebbia non basta solo l'alta pressione: sono necessarie anche particelle solide nell'aria. Questi nuclei di condensazione possono essere di origine naturale, come pollini e polveri, o di origine antropica, generati dall'inquinamento atmosferico causato dalle industrie, dai trasporti e dagli impianti di riscaldamento.

L'inquinamento gioca un ruolo significativo nella formazione della nebbia, poiché le sostanze inquinanti come il biossido di azoto e il particolato fine possono amplificare gli effetti tossici delle sostanze chimiche presenti nell'aria. Questo fenomeno è noto come smog, una combinazione di inquinamento e nebbia che può avere gravi conseguenze sulla salute umana.

Sebbene il fenomeno dello smog si sia ridotto rispetto agli anni passati, le concentrazioni di sostanze inquinanti nell'aria rimangono ancora elevate. In presenza di nebbia, la tossicità del particolato atmosferico aumenta, poiché la nebbia agisce come un reattore che può amplificare gli effetti tossici delle sostanze chimiche presenti nell'aria.

Altre Notizie: Schierato l’Ordine degli infermieri provinciali per la giornata regionale di oggi alla Cri di Albiano Magra in Lunigiana contro l’epatite C; Incendio alla Collina dei Camaldoli: Intervento continuo dei Vigili del Fuoco; Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.;