di Zazoom di 13 nov 2023

Campagna di screening gratuiti nelle frazioni montane del Comune di Massa della Croce Azzurra Massa-Montignoso

campagna screening

“Per la prevenzione a kilometro zero” così’ si chiamano le iniziative di screening a titolo completamente gratuito ideate ed organizzate dall’Associazione di volontariato “Croce A che per ora si terranno soprattutto per la popolazione anziana nelle frazioni montane del Comune di Massa Azzurra Massa Montignoso” coordinata da Federico Berti. Responsabile scientifico il dottor Nino Giordano Giudicelli specialista in Medicina Interna, Reumatologia, Medicina Nucleare, specialista, studioso, molto noto . La grafica è curata come di consueto da Daniele Terzoni molto vicino anche alle esigenze del volontariato. Lo screening inizierà sabato 18 novembre con orario 9.12,30 meteo permettendo, a Casette frazione montana del Comune di Massa .Un mezzo appositamente attrezzato si posizionerà dalle ore 9 in piazza del Casotto. Quali gli obiettivi lo spiega lo stesso Berti. “La nostra Associazione di volontariato, come è noto, opera nel campo sanitario ma anche in quello del sociale; per venire incontro alle esigenze socio sanitarie soprattutto della popolazione anziana che sono tante abbiamo ideato questa serie di screening. Per questo abbiamo messo in campo “Per la prevenzione a kilometro zero” grazie alla disponibilità di specialisti e dei nostri volontari.” In che cosa consiste?:” Nelle prossime settimane a partire da sabato 18 con un nostro mezzo attrezzato ad ambulatorio mobile inizieremo ad effettuare test e visite gratuite appunto a,,,,,,..Km zero!. Ci recheremo nelle varie frazioni per ora del Comune di Massa dove effettueremo appunto test e visite gratuite soprattutto ai nostri nonni e nonne. Con queste iniziative che faremo sempre di sabato mattina non vogliamo sostituirci a nessuno ma crediamo che uno dei servizi fondamentali agli anziani sia proprio quello di portare la sanità per quanto possibile vicino a loro e cioè possibilmente a,,,,,,,,, domicilio!. Non sono pochi i nostri nonni specie se affetti da patologie osteo articolari e con difficoltà nella deambulazione residenti nelle frazioni montane distanti dal centro città dove ci sono i vari servizi sanitari, i nostri nonni , salvo improrogabili necessità, preferiscono rimanere a casa anziché recarsi in città per godere delle varie prestazioni sanitarie.” Come informerete la popolazione? “La comunicazione o meglio l’informazione capillare è importantissima e appunto sarà nostra cura attraverso un nostro settore comunicazione pubblicizzare sui vari mass media visita per visita, data per data e punto di sosta del nostro mezzo che ha scritte ben visibili. Comunque per prenotare visite e test importante telefonare dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 agli ufficio della nostra Associazione: , 0585 807120 o inviandoci una mail a [email protected] oppure venendo direttamente alla nostra sede sempre negli orari d’ufficio e dal lunedì al venerdi sita a Cinquale in Via Intercomunale, 7”. Che tipo di visite farete? “ Soprattutto elettrocardiogramma, visita ortopedica, reumatologica, ed altre non meno importanti ma che interessano soprattutto la popolazione anziana ”.Perchè solo le frazioni montane? “ Perché, come dicevo, in queste frazioni tante, tante sono le persone anziane che soffrono di molte problematiche ”. Gli fa eco il Dr. Fabio Costantino Scirocco Medico-Chirurgo Specialista in malattie dell’apparato cardio-vascolare Distretti sanitari delle Apuane (Massa-Carrara) Azienda USL Toscana Nord-Ovest uno del team dei qualificati specialisti che effettueranno gli screening promossi dalla “Croce azzurra ” Il dottor Costantino Scirocco è un vero e proprio luminare in questo campo.. “Il “cuore” della prevenzione cardio-vascolare – esordisce lo specialista Dr. Fabio Costantino Scirocco che plaude all’iniziativa - è costituito da: cardio-informazione, cardio-protezione e soprattutto cardio-formazione. Ed ecco che sensibilizzare, interagire, motivare sono senza ombra di dubbio azioni da

attuare sempre più perché solo in questo modo possiamo anche noi operatori sanitari riuscire realmente a concretizzare il nostro obiettivo ovvero quello di cercare di garantire una buona e lunga salute al nostro cittadino.” Il cardiologo aggiunge: “Possiamo farlo in primis attraverso una corretta comunicazione! Allora ben vengano queste iniziative atte ad avvicinare sempre più i cittadini per renderli partecipi ed attivi anche verso queste patologie che purtroppo ancora oggi rappresentano la prima causa di morte nel mondo occidentale. Il dr. Fabio Costantino Scirocco sottolinea che “ nell'anno in cui è scoppiata la pandemia, il Covid è stato la terza principale causa di morte nell'Unione Europea, con un totale di quasi 439.000 decessi a fronte di 1,7 milioni di persone che hanno perso la vita a causa di malattie cardio-vascolari. Ed il 44% del totale dei decessi nel nostro Paese sono dovuti a malattie cardio-vascolari come l’infarto e l’ictus cerebrale (quest’ultima patologia in Italia coinvolge ogni anno 185000 persone circa, rappresentando la prima causa di disabilità e la terza causa di morte in Italia).” In Italia?”Purtroppo ancora oggi (in Italia) almeno il 50% delle persone che ha un infarto (STEMI) muore prima di raggiungere l’ospedale.

Nel report globale sull’ipertensione (il cosiddetto “killer silenzioso”) recentemente pubblicato dall’OMS si fa presente che tenere sotto controllo ed intervenire adeguatamente nei confronti dei pazienti con pressione arteriosa alta significherebbe prevenire 76 milioni di decessi, 120 milioni di ictus, 79 milioni di attacchi cardiaci e 17 milioni di casi di insufficienza cardiaca da qui al 2050.” Allora dottore per prevenire cosa bisogna fare! “ Basta poco per prevenire ciò che potrebbe risultare fatale.

Ma dobbiamo farlo insieme. “E’ la squadra che vince”.

Senza ombra di dubbio anche la scienza medica, e nello specifico la cardiologia, in un futuro molto prossimo necessiterà dell’intelligenza artificiale che ci può dare una grossa mano (e già la letteratura del settore lo dimostra) ma ancora dobbiamo essere cauti perché se utilizzata male potrebbe risultare controproducente. In conclusione, il concetto essenziale che deve passare è il seguente: “Prevenzione, prevenzione, prevenzione”, ben vengano – conclude il cardiologo specialista dr. Fabio Costantino Scirocco - dunque questi screening.”

Altre Notizie: Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.; Torna per la sedicesima volta Cenando sotto un Cielo Diverso; L’Istituto di Ricerca Diagnostica e Nucleare SYNLAB SDN rinnova il Punto Prelievi di Via E. Gianturco;