di Zazoom di 13 nov 2023

Allarme vulcano Fagradalsfjall in Islanda : cambiamenti significativi nell'attività sismica

allarme vulcano

Le autorità Islandesi hanno proclamato lo stato di emergenza a causa del rischio di eruzione del vulcano Fagradalsfjall, noto come "bocca di fuoco", situato nella penisola di Reykjanes. Un aumento significativo dell'attività sismica negli ultimi giorni, con migliaia di scosse di terremoto registrate nelle vicinanze del vulcano, ha destato preoccupazioni tra gli esperti, suggerendo la possibilità di un'eruzione imminente nella regione. Come misura precauzionale, la popolazione della città di Grindavík, situata a circa 50 km dalla capitale Reykjavik e con una popolazione di 3.400 abitanti, è stata evacuata.

L'Ufficio meteorologico islandese (Imo) ha evidenziato il timore di un diffondersi significativo di magma nel sottosuolo, con la possibilità che emerga in superficie a causa dei "cambiamenti significativi nell'attività sismica". L'Imo ha avvertito della formazione di un tunnel di magma che potrebbe raggiungere Grindavík, ma ha tranquillizzato la popolazione, dichiarando che al momento non c'è un pericolo immediato e imminente. L'evacuazione è principalmente preventiva, finalizzata a garantire la sicurezza di tutti i residenti.

Il capo dell'Agenzia per la Protezione Civile islandese, Vidir Reynisson, ha dichiarato che un'eruzione è attesa entro due giorni, esprimendo preoccupazione per le case e le infrastrutture nella zona. Una faglia di circa 15 km si è formata nei pressi del vulcano, estendendosi fino al mare. Il Dipartimento di protezione civile e gestione delle emergenze ha pertanto consigliato l'evacuazione della città costiera di Grindavík.

La situazione ha causato disagi anche nel traffico aereo, con le autorità islandesi che hanno elevato l'allerta aerea a livello arancione. Nonostante non vi siano segni immediati del magma che si avvicina alla superficie, l'Agenzia per la protezione civile ha avvertito che i terremoti potrebbero intensificarsi, portando potenzialmente a un'eruzione. Le eruzioni vulcaniche rappresentano un pericolo per i voli aerei, con le nubi di cenere che possono danneggiare i motori e i sistemi di controllo, oltre a ridurre la visibilità. In Islanda, dove sono attivi oltre 30 sistemi vulcanici, l'attenzione è massima, considerando gli impatti passati, come l'eruzione dell'Eyjafjallajokull nel 2010 che ha causato considerevoli disagi al traffico aereo transatlantico.

Altre Notizie: Alla Cri di Albiano Magra domani il test gratuito mondiale di epigenetica S-Drive e le visite al seno; Courtney Stodden butta nel water il suo anello di fidanzamento da 5 carati: Fuori il vecchio, dentro il nuovo!; Oprah Winfrey ricoverata in ospedale per problemi di stomaco;