di Zazoom di 2 nov 2023

La scherzo a Giorgia Meloni di due comici russi: chi sono Vovan e Lexus?

scherzo giorgia

Vovan e Lexus, conosciuti come i due umoristi russi, hanno recentemente orchestrato uno scherzo telefonico mirato nei confronti del primo ministro Giorgia Meloni, cercando di ottenere dichiarazioni sulla situazione di conflitto tra Ucraina e Russia. Vladimir Aleksandrovich Kuznetsov e Aleksei Vladimirovich Stolyarov, i nomi dietro questi scherzi, sono noti per la loro abilità nel superare le barriere istituzionali e contattare leader di spicco. La loro attività si concentra principalmente su figure critiche o distanti dalla Russia, il che ha portato ad associarli alla comunicazione del Cremlino e agli interessi di Mosca, inclusi i servizi di sicurezza come l'Fsb.

Il loro percorso inizia nel 2014 con una chiamata al presidente dell'epoca della Moldova, Nicolae Timofti. Nel corso degli anni, hanno preso di mira una varietà di personalità, spaziando dalla politica allo spettacolo. Nel 2015, persino Elton John è stato vittima di uno scherzo telefonico, coinvolgendo persino una chiamata apparentemente da Vladimir Putin sulla questione dei diritti LGBTQ+ in Russia.

scherzo giorgia

Altri bersagli includono Mikhail Gorbachev, John McCain, e nel 2016 hanno sorpreso il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Nel 2019, hanno ingannato il leader dell'opposizione venezuelana Juan Guaidò, cercando di coinvolgere Elliott Abrams, rappresentante speciale degli Stati Uniti per il Venezuela, in una discussione su un intervento militare americano nel paese, senza successo.

Nel 2020, impersonando Greta Thunberg, hanno contattato il principe Harry e il premier canadese Justin Trudeau, proponendo persino l'idea di abbandonare la NATO. Durante le elezioni presidenziali americane del 2020, hanno fatto scherzi telefonici a Bernie Sanders e Kamala Harris.

Nel novembre del 2022, nel pieno della guerra tra Ucraina e Russia, si sono finti il presidente francese Emmanuel Macron, interagendo con il presidente polacco Andrzej Duda, il quale ha riconosciuto l'inganno e ha chiuso la conversazione. La lista delle vittime include anche la scrittrice J.K. Rowling, che credeva di parlare con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky tramite Zoom. A febbraio di quest'anno, il duo ha riproposto il personaggio fittizio di Poroshenko, questa volta tenendo al telefono la cancelliera tedesca Angela Merkel per discutere della situazione in Ucraina. Pochi giorni dopo, un falso Zelensky ha chiamato Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea.

Altre Notizie: Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.; Torna per la sedicesima volta Cenando sotto un Cielo Diverso; L’Istituto di Ricerca Diagnostica e Nucleare SYNLAB SDN rinnova il Punto Prelievi di Via E. Gianturco;