di Zazoom di 30 ott 2023

Perché Ertan Ersoy ha ucciso la prof bresciana Antonella Castelvedere?

perché ertan

La corte giudiziaria britannica ha negato qualsiasi forma di attenuante a Ertan Ersoy per l'omicidio della sua moglie, Antonella Castelvedere, una docente universitaria di 52 anni originaria di Bagnolo Mella. Il tragico episodio si è verificato il 1° giugno 2022, quando Antonella è stata brutalmente attaccata con quindici coltellate nella loro residenza a Colchester, Essex. In seguito a cinque ore e mezza di deliberazioni, la Chelmsford Crown Court ha inflitto a Ersoy una condanna di 25 anni, la massima prevista dal sistema giudiziario britannico. L'imputato, che ha costantemente negato l'accusa sostenendo la teoria dell'omicidio colposo, ha reagito gettando a terra i suoi auricolari al momento della lettura della sentenza.

Il presidente della corte, Christopher Morgan, ha affermato che Ersoy "non poteva tollerare l'autonomia della compagna" e l'ha attaccata in un "impeto di rabbia e gelosia". Antonella Castelvedere, originaria della Bassa, era emigrata nel Regno Unito 25 anni prima, mantenendo comunque legami con la sua famiglia in Italia. In Inghilterra, aveva costruito una carriera di successo come docente senior di letteratura inglese presso l'Università di Suffolk, ricoprendo anche il ruolo di capo-dipartimento e responsabile del corso di laurea magistrale in Scrittura e critica creativa. Nel 2014, aveva sposato Ersoy, un collega anglo-turco più giovane di due anni, impiegato come "lecturer" precario in matematica ed economia. Nonostante la sua carriera brillante, Antonella viveva nell'ombra del marito, che contribuiva al sostentamento della famiglia con incarichi occasionali.

La coppia aveva una figlia, Julia, ora affidata a una famiglia inglese, ma con i parenti italiani che desiderano adottarla. Durante il processo, è emerso che il rapporto tra Ersoy e la moglie era caratterizzato da instabilità e conflitti. I pubblici ministeri hanno presentato in aula un messaggio trovato sul telefono di Antonella scritto il giorno prima della sua morte, in cui la donna esprimeva la sua paura per la propria vita. La tragedia si è consumata in una mattina in cui la coppia era da sola in casa. Il giudice Morgan ha affermato che Ersoy ha ucciso intenzionalmente la moglie in cucina, provocando una lite, ma non ci sono prove che Antonella lo avesse aggredito. Il giudice ha inoltre descritto Ersoy come un individuo intelligente, manipolatore e calcolatore, che ha basato la sua difesa su una menzogna che è stata smascherata.

La menzogna di Ersoy, volta a giustificare il suo gesto, è stata legata all'ossessione del tradimento. Il 51enne aveva sostenuto che la moglie aveva impugnato il coltello per prima e che non ricordava chiaramente gli eventi successivi. Uno psichiatra forense ha dichiarato che Ersoy era "ossessionato" dall'idea del tradimento, tanto da installare registratori in casa e assumere un investigatore privato.

Altre Notizie: Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.; Torna per la sedicesima volta Cenando sotto un Cielo Diverso; L’Istituto di Ricerca Diagnostica e Nucleare SYNLAB SDN rinnova il Punto Prelievi di Via E. Gianturco;