di Zazoom di 15 ott 2023

Sotto casa con un coltello per parlare! 17enne perseguitata da due anni a Torino

sotto casa

La polizia di Torino ha compiuto un arresto per stalking riguardante un individuo di 35 anni proveniente da Milano, impiegato, il quale è stato altresì denunciato per il porto abusivo di un'arma. L'operazione di arresto è stata eseguita di recente dalle volanti del commissariato Madonna di Campagna, in seguito a due anni di molesta persecuzione sui social da parte dell'uomo, come riportato dal quotidiano la Repubblica.

Nell'estate precedente, l'arrestato aveva tentato un approccio nei confronti della vittima, una giovane di 17 anni, che aveva chiaramente respinto le sue avances. Nonostante il rifiuto e il tentativo di scoraggiarlo, l'uomo persisteva nei suoi intenti, finendo col subire una reazione da parte degli amici della ragazza che lo avevano circondato e malmenato.

Nonostante le azioni di respingimento e le successive segnalazioni, l'uomo non si era arreso. La giovane vittima aveva continuato a bloccarlo sui social, anche quando cercava di contattarla mediante account falsi creati appositamente. La situazione è diventata critica quando, nonostante non avesse mai fornito il proprio indirizzo, la ragazza ha notato l'uomo nei pressi della sua abitazione e alla fermata dell'autobus. Terrorizzata, si è rifugiata in un bar, chiamando suo padre per denunciare l'accaduto.

Gli agenti sono intervenuti prontamente e hanno fermato il padre della giovane prima che potesse agire per propria mano. L'uomo proveniente da Milano è stato trovato in possesso di un coltello a scatto, sostenendo di portarlo per timore di dover affrontare nuovamente gli amici della ragazza. Alle autorità ha affermato di essere presente solo per parlare con lei, nonostante le circostanze e la sua storia pregressa destituita di fiducia.

Altre Notizie: Schierato l’Ordine degli infermieri provinciali per la giornata regionale di oggi alla Cri di Albiano Magra in Lunigiana contro l’epatite C; Incendio alla Collina dei Camaldoli: Intervento continuo dei Vigili del Fuoco; Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.;