di Zazoom di 31 ago 2023

Il volontariato spina dorsale dell’Italia , Rappresenta oltre il 4 per cento del Pil, Incentiviamolo

volontariato spina

Un vero successo “Domenico Giani: un uomo al servizio di tre papi, Storie, aneddoti e curiosità” l’annunciato incontro-dibattito pubblico promosso dalla Misericordia di Bagnone e moderato dall’avvocato Matteo Marginesi con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e della Pro loco, che si è tenuto nella sala consiliare del Comune di Bagnone di fronte ad un folto pubblico. I lavori sono stati aperti dal Sindaco di Bagnone, avv. Giovanni Guastalli e da Mareno Barbieri Governatore della locale Misericordia e componente del Consiglio Direttivo delle Misericordie d’Italia. Presenti anche il presidente del Consiglio comunale Luigi Leonardi, Fausto Casotti Coordinatore provinciale Misericordie Massa-Carrara, il comandante dei Carabinieri della Compagnia di Pontremoli, don Giovanni Poggiali correttore spirituale Misericordia Bagnone.“E' con grande piacere - ha esordito il Governatore Barbieri - che vi diamo il benvenuto alla nostra conferenza sulla vita in Vaticano, cuore della chiesa cattolica e sede di un'istituzione che ha un impatto profondo sulla fede, la cultura e la storia mondiale. Questa conferenza ci offre l'opportunità di esplorare non solo gli aspetti visibili della vita in vaticano, ma anche quelli meno conosciuti e spesso trascurati. Attraverso il racconto di Domenico Giani, sicuramente otterremo una visione completa di ciò che è la vita all’interno delle mura vaticane nel mondo di oggi.“Chi è Domenico Giani che ho l'onore ed il piacere di presentarvi? - dice Barbieri presentando il relatore - onore per il rilievo della sua persona e piacere per il ruolo che ora svolge in favore delle Misericordie d'Italia della quale fa parte anche la Misericordia di Bagnone. La nostra Confederazione - ha ricordato Barbieri - che attualmente riunisce oltre 700 confraternite , con circa 670.000 membri che dal 1200, opera in Italia ed all'estero in favore dei più deboli sostenendoli nelle loro difficoltà. Non a caso anche recentemente il nostro Presidente ha svolto un'importante missione in Ucraina incontrando la popolazione ed autorità di Governo e locali per mettere a punto il futuro del nostro contributo che dura dall'inizio del conflitto. Ricordo infine che Giani attualmente oltre a guidare la Federazione Nazionale delle Misericordie dal primo ottobre 2020 è presidente di ENI Foundation che ha come missione le attività umanitarie nei Paesi dove ENI opera.”La vita in Vaticano – ha esordito il presidente Domenico Giani - è un intreccio di spiritualità, tradizione ed impegno sociale. Ogni Papa che ha camminato per questi corridoi ha portato con se la propria personalità, la sua visione e la sua missione. Dai grandi Papi che hanno lasciato un segno indelebile nella storia, come Paolo Giovanni II, al coraggioso atto di rinuncia di Benedetto XVI, fino all'attuale carisma di Papa Francesco, abbiamo assistito ad un continuo di cambiamento e continuità.Tuttavia la vita in Vaticano va oltre l'apparato formale infatti comprende il lavoro svolto dai collaboratori della Santa Sede, dai diplomatici vaticani che operano a livello internazionale alle opere caritative che cercano di alleviare le sofferenze in tutto il mondo, ai tanti sacerdoti, suore e laici che operano con passione ed amore per il servizio a questa unica realtà e per il Successore di Pietro. E' una realtà complessa che affronta sfide attuali e riflette sui valori eterni.” E alla domanda: ma in Vaticano esistono i servizi segreti? “Assolutamente no, esistono i Servizi di Sicurezza,ma collaboriamo strettamente sempre per la sicurezza del Pontefice con gli organi di polizia e dei servizi dei vari Paesi del mondo”– ha risposto Giani che, come è noto , fino al 14 ottobre 2019 ha lavorato al servizio di tre Papi, come responsabile della loro sicurezza sia in Vaticano che durante le loro missioni in giro per il mondo, in qualità di comandante del Corpo della Gendarmeria e direttore dei Servizi di Sicurezza e Protezione civile dello stato della Città del vaticano. Durante il Servizio prestato dal 1999 al 2019 è stato artefice di radicali cambiamenti della struttura da lui dipendente che ha come principale interesse la sicurezza del Pontefice. “Come si sa – HA SPIEGATO Giani - il Papa è una figura di alto prestigio morale e quando si reca nei vari Paesi in mezzo alla gente tutti vorrebbero abbracciarlo, toccarlo per avere confortonella sua importante missione pastorale che è proprio quella di essere sempre tra la gente per annunciare la parola del Vangelo”., Sotto il comandante Giani , lo Stato della Città del Vaticano è inoltre entrato a far parte dell' Interpol in occasione dell'assemblea generale tenutasi a San Pietroburgo il nell’ottobre 2008” .Passando a parlare dell’importanza del volontariato il Presidente Nazionale delle Misericordie d’Italia ha detto: “ il volontariato rappresenta la vera e propria “spina dorsale del Paese” importante quindi che sia chi governa e la politica in generale lo appoggi e lo incentivi, lo promuova soprattutto nei giovani, lo difenda così come stanno facendo da sempre le Misericordie. Un capitale umano con un valore di 80 miliardi di euro che contribuisce al 5% del PIL nazionale, il Terzo settore che è stato sempre considerato come marginale nel sistema economico italiano, è in realtà diventato la quarta economia dell’Italia senza questo, non esito a dirlo, sarebbero guai seri per tutti soprattutto per quelle zone dove la popolazione ha necessità continua di sevizi perché soprattutto anziana, fragile e senza la possibilità di aiuti concreti. Questo – conclude il Presidente delle Misericordie d’Italia . è quello che fanno le nostre Misericordie che ricordo, sono operative in tutto il Paese”. Al termine Mareno Barbieri ha donato all’illustre ospite un’artistica medaglia ed il volume sulla Santa Croce di Bagnone scritto dal prof. Paolo Lapi, presente alla conferenza che ha autografato l’opera.

Altre Notizie: Schierato l’Ordine degli infermieri provinciali per la giornata regionale di oggi alla Cri di Albiano Magra in Lunigiana contro l’epatite C; Incendio alla Collina dei Camaldoli: Intervento continuo dei Vigili del Fuoco; Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.;