di Zazoom di 28 giu 2023

Caso degli abusi sessuali prolungati in Francia: 83 uomini arrestati per violenze su donna 60enne

caso degli

Abusi sessuali protratti per oltre un decennio: donna 60enne sottoposta a somministrazione di benzodiazepine e violenze da parte di uomini contattati in chat. 51 arresti su 83 individuati.

La terribile vicenda di abusi sessuali che ha coinvolto una donna di 60 anni nel sud della Francia, precisamente a Vaucluse, è venuta finalmente alla luce dopo almeno 10 anni di sofferenza. Tutto è iniziato con un'indagine avviata nel 2020, quando Dominique P., nome di fantasia attribuito all'uomo responsabile, è stato fermato dalla polizia per aver ripreso immagini sconvenienti di donne in un supermercato. Da quel momento, il sequestro del suo computer e del suo cellulare ha portato alla scoperta di prove sconcertanti.

Pochi mesi dopo, durante gli interrogatori condotti dagli inquirenti, la moglie di Dominique è stata chiamata a testimoniare. Nonostante considerasse suo marito una persona buona e avesse perdonato il suo comportamento nel supermercato, la donna non era a conoscenza dei segreti celati nel telefono di Dominique. Migliaia di messaggi all'interno di una chat room dal nome inquietante di "A son insu" (A sua insaputa) rivelavano che gli uomini scambiavano foto intime delle proprie compagne e di sconosciute, catturate di nascosto. Ciò che la polizia francese ha scoperto è che a partire dal luglio 2011, Dominique somministrava regolarmente alla moglie dosi dell'equivalente francese del Tavor, una benzodiazepina usata per trattare ansia e insonnia. Le compresse venivano polverizzate nel cibo e servite durante la cena. Una volta raggiunto lo stato di incoscienza desiderato, Dominique faceva entrare in casa gli uomini con cui si era accordato per soddisfare ogni loro desiderio sessuale sul corpo inconsapevole della moglie. Ogni atto di abuso veniva filmato e catalogato in una cartella denominata "Abus" (abuso), con la data, il nome dello stupratore e un numero identificativo. Complessivamente, sono stati registrati 92 abusi commessi da 83 uomini diversi, di cui 51 sono stati identificati e arrestati.

Il processo contro gli autori degli abusi e contro Dominique è previsto per la primavera del 2024, secondo quanto richiesto dalla Procura di Avignone. La dichiarazione rilasciata da Dominique alle autorità è stata riportata come segue: "Nessuno degli uomini che sono venuti a casa mia ha costrinto la moglie a compiere atti sessuali a causa delle sue condizioni. Non ho mai usato violenza o minacce su nessuno di loro per realizzare gli stupri. Ogni individuo aveva piena libertà di interrompere tali azioni e lasciare la stanza". Dominique stesso ha spiegato quali erano le condizioni poste agli uomini nella chat per abusare di sua moglie, elencandole in modo preciso e dettagliato. Gli uomini partecipanti erano consapevoli che la donna sarebbe stata sedata da Dominique e che sarebbe rimasta incosciente. Inoltre, prima di toccarla, dovevano lavarsi le mani con acqua calda per evitare di svegliarla con un contatto freddo. Dovevano spogliarsi in cucina per evitare di lasciare tracce involontarie nella camera da letto e parcheggiare a distanza dall'abitazione, raggiungendola a piedi per non destare sospetti tra i vicini.

Quando la vittima ha appreso dagli inquirenti cosa le era stato inflitto, molti aspetti strani della sua vita intima e psicologica sono diventati chiari: la stanchezza cronica, i momenti di vuoto, gli incubi. Ma c'era qualcosa di ancora più spaventoso. Il medico legale ha diagnosticato alla donna quattro diverse malattie sessualmente trasmissibili, poiché Dominique aveva proibito l'uso del preservativo. La donna è stata valutata con un alto rischio di suicidio e ha subito un grave trauma psicologico. "Ero solo una cosa per lui", ha dichiarato. Conoscenti e amici hanno descritto la coppia come "simbiotica" e "mutualmente dipendente", riferendo anche episodi in cui Dominique si mostrava autoritario pubblicamente o faceva commenti inappropriati sulle donne. Emergono anche accuse di presunti abusi su nuore e nipoti di Dominique, che tuttavia, dalla prigione, ha respinto fermamente: "È disgustoso accusarmi di questo. Sono responsabile solo di ciò che riguarda Françoise, l'ho sempre detto, ma questa è troppo". In tribunale, ha affermato di amare profondamente sua moglie, una "santa" nei suoi occhi, alla quale non ha nulla da rimproverare. Una delle dichiarazioni rilasciate dall'avvocato di Dominique, Béatrice Zavarro, è stata: "È il suo primo e unico amore. La ama davvero".

Altre Notizie: Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.; Torna per la sedicesima volta Cenando sotto un Cielo Diverso; L’Istituto di Ricerca Diagnostica e Nucleare SYNLAB SDN rinnova il Punto Prelievi di Via E. Gianturco;