di Zazoom di 15 nov 2022

Trento : Picchia il figlio con le ortiche per farlo diventare uomo e violenta la moglie

trento picchia
Un uomo è stato condannato dal tribunale di Trento per maltrattamento del figlio minorenne e violenza sessuale nei confronti della moglie. Per lui il figlio, anche se ancora bambino, doveva essere educato bene perché non si comportava come un vero uomo.

E proprio per questo agiva nei suoi confronti con continue umiliazioni verbali e fisiche, come percuoterlo con un mucchio di ortiche. La pianta urticante veniva poi lasciata, come monito, in un vaso in casa, per far capire che poteva essere riutilizzata nuovamente. Sono state la madre e la moglie dell'uomo a denunciare l'incubo del bambino e della donna. Nella loro casa si respirava un clima di terrore e a farne le spese sono stati lei e suo figlio. Secondo il racconto della vittima della violenza, quell'uomo si era comportato da tempo come un vero marito e padre-padrone, mantenendo il controllo assoluto su tutto ciò che accadeva in casa e fuori ed esigendo assoluta obbedienza ai suoi voleri. La moglie poteva lavorare ma tutto il resto le era precluso tanto da non riuscire nemmeno a gestire i soldi che guadagnava da sola.

La donna sarebbe stata continuamente umiliata e insultata ma anche minacciata e costretta a subire rapporti contro la sua volontà, da cui è poi partita l'accusa di violenza sessuale. La donna ha raccontato che anche lei è stata Picchiata più volte oltre ad aver assistito alle violenze nei confronti del figlio.

Abusi che sono andati avanti per anni in casa fino a quando la donna ha trovato il coraggio di allontanarsi e chiedere aiuto, denunciando tutto. Denuncia di aver condotto le indagini e il processo con la condanna del 40enne a sei anni e otto mesi di reclusione.

Altre Notizie: Sabato alla Cri di Albiano Magra screening itinerante contro l’epatite C con specialisti universitari.; Torna per la sedicesima volta Cenando sotto un Cielo Diverso; L’Istituto di Ricerca Diagnostica e Nucleare SYNLAB SDN rinnova il Punto Prelievi di Via E. Gianturco;