di Zazoom di domenica 23 ottobre 2022

Dietrich Mateschitz : miliardario della Red Bull morto a 78 anni

dietrich mateschitz

Dietrich Mateschitz, co-fondatore e proprietario della Red Bull e un grande nome nella pubblicità degli sport motoristici, è morto dopo una lunga malattia. L'austriaco era noto soprattutto per la sua guida di lunga data del gigante delle bevande energetiche, che ha co-fondato negli anni '80. Ha combinato quell'attività con il suo amore per il motorsport, sponsorizzando squadre in diverse serie nel corso dei decenni.

In particolare, nel novembre 2004, la sua azienda ha acquistato la scuderia Jaguar di Formula 1 e ha creato la Red Bull Racing, ora una delle squadre più forti sulla griglia. La Red Bull possedeva anche il team Toro Rosso che è stato rinominato in squadre recenti come AlphaTauri.

Mateschitz ha anche svolto un ruolo chiave nell'espansione della Red Bull nel calcio. I giganti tedeschi RB Lipsia, la squadra austriaca Red Bull Salisburgo, il franchise MLS dei New York Red Bulls e la squadra brasiliana Red Bull Bragantino sono tra il portafoglio di squadre di calcio della società.

dietrich mateschitz

Quando la notizia ha iniziato a raggiungere il paddock di F1, la Red Bull ha richiamato il proprio personale nell'area hospitality per informarli prima che fosse resa pubblica la triste notizia. Le telecamere di Sky Sports hanno catturato quel momento circa 45 minuti prima dell'inizio delle qualifiche per il Gran Premio degli Stati Uniti ad Austin.

Mateschitz è cresciuto fino a laurearsi in marketing all'Università di Vienna nel 1972. Ha scoperto la bevanda Krating Daeng in Asia che in seguito avrebbe commercializzato come Red Bull. Dopo aver fondato la casa madre Red Bull GmbH nel 1984, l'ha guidata a diventare un leader di mercato nel mondo delle bevande energetiche. Ma non si è fermato qui, lavorando per far diventare il nome sinonimo del mondo degli sport estremi.

La F1 è stato uno dei grandi amori dell'austriaco. La Red Bull è entrata per la prima volta in quel mondo come proprietaria di maggioranza della Sauber, ma quella partnership si è conclusa nel 2001. Tre anni dopo, con la squadra che è diventata una delle più forti in questo sport - attualmente domina il 2022 campionato con Max Verstappen come pilota di punta. È nell'aprile del 2005 che muove i primi passi nel mondo della proprietà di una squadra di calcio. Furono acquistati l'SV Austria Salisburgo e il club statunitense MetroStars, successivamente ribattezzati Red Bull Salzburg e New York Red Bulls. La Red Bull Brasil seguì due anni dopo, prima del suo primo investimento nel calcio africano con la Red Bull Ghana.

Mateschitz non si è mai sposato, ma lascia un figlio, Marc Gerhardter, nato nel 1992. Al momento della sua morte, Forbes ha stimato che il suo patrimonio netto fosse di circa $ 20,2 miliardi, rendendolo la 71a persona più ricca del mondo.

Il paddock di F1 si è riunito per rendere omaggio a Mateschitz sui social media. L'account ufficiale della Formula 1 ha pubblicato: "Siamo rattristati per la morte di Dietrich Mateschitz. Il co-fondatore della Red Bull ha dato un contributo indimenticabile alla F1 e lascia un'eredità duratura".

Altre Notizie: Pizzaioli si nasce o si diventa ?; Belluno: deceduta anziana di 92 anni ustionata accendendo la stufa; Pasquale Finicelli, Mirko di Kiss Me Licia: Ho abbandonato per Sanremo, ora faccio l'autista a Milano;