Caratteristiche dei cibi funzionali

di luigia.iarlori@ - venerdì 26 marzo 2021

Caratteristiche dei cibi funzionali

Negli ultimi anni, i cibi funzionali sono diventati molto popolari specialmente tra le persone interessate alla salute e al benessere personale.

I cibi funzionali sono conosciuti anche come nutraceutici per via del loro alto contenuto di nutrienti e per l’associazione con potenziali benefici sulla salute.

Qual’è la definizione di cibo funzionale e quali sono i principali benefici per il nostro organismo?

Definizione di alimento funzionale.

Gli alimenti funzionali sono ingredienti che offrono benefici per la salute oltre a possedere un’elevato valore nutrizionale. Alcune tipologie sono addizionati di supplementi o di nutrienti capaci di promuovere la salute.

Il concetto generale di ‘superfood’ ha avuto origine in Giappone durante gli anni ’80 quando l’Agenzia governativa statale ha approvato i ‘cibi che apportano benefici’ capaci di migliorare lo stato di salute nella popolazione generale, tra questi gli alimenti fortificati con vitamine, sali minerali, probiotici o fibre e gruppi alimentari ricchi di nutrienti come la frutta, le verdure, i semi e i cereali.

L’avena è molto ricca di betaglucani, una tipologia di fibra alimentare, ha dimostrato di ridurre l’infiammazione, migliorare la funzione immunitaria e contribuire alla salute del cuore. Allo stesso modo la frutta e la verdura sono un’ottima fonte di antiossidanti, composti benefici che aiutano a proteggere il nostro organismo dalle malattie.

Esempi di alimenti funzionali.

Gli alimenti funzionali sono suddivisi in due categorie: convenzionali e modificati.

I cibi convenzionali sono naturali, integrali, ricchi di importanti nutrienti come vitamine, sali minerali, antiossidanti e grassi salutari per il cuore.

I cibi modificati sono alimenti fortificati tramite l’aggiunta di vari elementi come vitamine, sali minerali, probiotici e fibre in modo da favorire numerosi benefici per la salute.

Alcuni esempi di alimenti funzionali convenzionali:

Alcuni esempi di alimenti funzionali modificati:

Potenziali benefici.

Prevenzione delle deficienze nutrizionali.

I cibi funzionali sono in genere ricchi di nutrienti incluso le vitamine, i sali minerali, i grassi salutari e le fibre. Aumentare nella dieta la varietà dei cibi funzionali- includendo sia la categoria fortificata che convenzionale- potrebbe aiutare a garantire la totalità dei nutrienti necessari ed evitare carenze.

E’ stato dimostrato che il consumo di alimenti fortificati riduce significativamente le deficienze nutrizionali. Per esempio, la fortificazione della farina di frumento con il ferro, ha ridotto, in Giordania, del 50% circa l’anemia causata dalla deficienza di questo minerale. La fortificazione è spesso impiegata per prevenire altre condizioni causate da carenza di specifici nutrienti come il rachitismo, il gozzo e i difetti alla nascita.

Protezione contro le malattie.

I cibi funzionali forniscono importanti nutrienti che possono dare protezione verso le malattie. Molti alimenti funzionali infatti sono ricchi di antiossidanti, molecole capaci di neutralizzare i composti dannosi conosciuti come radicali liberi, aiutare a prevenire la morte cellulare e alcune condizioni croniche incluso le malattie cardiache, il cancro e il diabete.

I cibi funzionali sono spesso ricchi di acidi grassi omega 3 e altri grassi salutari capaci di ridurre l’infiammazione, proteggere la funzione celebrale e promuovere la salute del cuore, oppure sono ricchi di fibre che promuovono il controllo glicemico e proteggono dallo sviluppo di diabete, obesità, malattie cardiache e ictus.

Le fibre inoltre, aiutano a prevenire disordini digestivi, incluso la diverticolite, le ulcere dello stomaco, le emorroidi e il reflusso acido.

Promozione della corretta crescita e dello sviluppo.

Alcuni nutrienti sono essenziali per la crescita e lo sviluppo nei neonati e nei bambini.

Gli alimenti funzionali convenzionali sono ricchi di nutrienti e quelli fortificati sono in grado di fornire fabbisogni nutrizionali specifici per una corretta crescita e sviluppo.

I cereali a grano intero e le loro farine sono spesso fortificati con le vitamine del gruppo B come di acido folico essenziale per la salute del feto. Il basso livello di acido folico può aumentate il rischio del difetto di chiusura del tubo neurale che ha effetti sul cervello, sul midollo spinale o sulla colonna vertebrale.

E’ stato stimato che l’apporto adeguato di acido folico può ridurre la prevalenza di questo difetto dal 50-70%.

Altri nutrienti che sono in genere presenti negli alimenti funzionali giocano un ruolo chiave nella crescita e nello sviluppo incluso gli acidi grassi omega 3, il ferro, lo zinco, il calcio e la vitamina B12.