Alimenti ricchi di minerali.

di luigia.iarlori@ - giovedì 24 dicembre 2020

Alimenti ricchi di minerali.

I minerali sono presenti nel suolo e nei cibi, sono necessari per la vita, in particolare alcuni di essi permettono la funzionalità celebrale e cardiaca, la produzione di enzimi e ormoni.

La suddivisione in base alla quantità necessaria li divide in macro minerali se sono richiesti in concentrazioni elevate dall'organismo ( calcio, potassio, cloro, magnesio) e minerali traccia necessari in piccole quantità (ferro, rame, fluoro, selenio, zinco, cromo, molibdeno, iodio, manganese). I minerali sono presenti in molti cibi ma alcuni ne sono particolarmente ricchi, di seguito due alimenti in cui sono presenti alte concentrazioni di macro minerali e di minerali traccia.

Frutta a guscio e semi.

La frutta a guscio ed i semi sono ricchi di diversi minerali (magnesio, zinco, manganese, rame, selenio, fosforo). Alcuni di loro presentano un'eccezionale contenuto di particolari minerali come per esempio nelle noci Brasiliane, la quantità di selenio supera il 174% della quota raccomandata giornaliera mentre in 28 grammi di semi di zucca è presente il 40% della richiesta di magnesio. La frutta a guscio ed i semi sono un'ottimo spuntino economico ricco di nutrienti e il burro derivato può essere aggiunto ai fiocchi d'avena, smothie, frutta o vegetali.

Crostacei.

Le vongole e le cozze sono un'ottima fonte di minerali specialmente di selenio, zinco, rame e ferro. Il consumo di circa sei ostriche (84 grammi) soddisfa il fabbisogno giornaliero di zinco e il 22% e il 30% del DV (valore giornaliero) di ferro e di selenio rispettivamente. Lo zinco è un nutriente essenziale, necessario per la funzionalità del sistema immunitario, per la sintesi del DNA, divisione cellulare e per la formazione di nuove proteine.

Le donne in gravidanza e in allattamento, le persone con malattie gastrointestinali o che assumono alcuni farmaci, adolescenti e adulti a rischio, possono presentare carenza di zinco con possibile compromissione della risposta immunitaria, crescita stentata e maggior predisposizione alle infezioni. I crostacei rappresentano una fonte concentrata di questo minerale e sono in grado di evitare la carenza.