La vitamina K e il potassio sono lo stesso composto?

di luigia.iarlori@ - sabato 28 novembre 2020

La vitamina K e il potassio sono lo stesso composto?

La vitamina K e il potassio sono micronutrienti essenziali per l?organismo umano necessari per lo sviluppo e la funzionalit?. Anche se condividono alcuni aspetti non sono lo stesso composto, ognuno? ha un set univoco di propriet? e attivit?, inoltre diversamente dalla vitamina K, il potassio non ? una vitamina ma un minerale.

Nella tavola periodica, il simbolo chimico del potassio ? indicato con la lettera K, per questo motivo alcune persone spesso confondono il potassio con la vitamina K.

Questo articolo andr? ad evidenziare alcune propriet? simili e le differenze fondamentali tra la vitamina K e il potassio.

Confronto.??

La vitamina K e il potassio sono considerati entrambi dei nutrienti essenziali.?

Il nostro corpo ha bisogno di nutrienti essenziali per compiere alcune funzioni fondamentali. L?organismo non ? in grado di sintetizzare il potassio mentre riesce a produrre piccole quantit? di vitamina K.?

Entrambi, il potassio e la vitamina K, sono importanti ma non sono lo stesso composto, la tabella riassume le caratteristiche di ognuno.?

?VITAMINA KPOTASSIO
TIPOLOGIA DI COMPOSTOvitaminaminerale
STRUTTURA CHIMICAlipide chinone?metallo alcalino tenero
VALORE GIORNALIERO (DV)120 mcg4,700 mg
FORMAcibo, integratori, una piccola quantit? ? prodotta dall?intestinocibo, integratori, e viene aggiunto in alcuni cibi come additivo
BIODISPONIBILITA?la vitamina K2 ha la stessa biodisponibilit? della vitamina K1non ? chiaro quale sia la forma che viene assorbita meglio?
USIcoagulazione del sangue e metabolismo osseoun?elettrolita che aiuta la funzione cellulare
BENEFICIpu? supportare la salute delle ossa e del cuore e previene i sanguinamenti infantilipu? supportare la salute delle ossa e favorire la pressione sanguigna

Panoramica sulla vitamina K.?

La vitamina K comprende un gruppo di vitamine lipo-solubili necessarie? nel nostro corpo per produrre le proteine della coagulazione del sangue, favorire lo sviluppo osseo e altre funzioni.?

Spesso in et? infantile, ? necessaria l?integrazione? della vitamina K1 al fine di prevenire l?emorragia da deficit di vitamina K? (vitamin K deficiency bleeding,?VKDB).

La VKDB ? una condizione che si verifica quando non ? presente abbastanza vitamina K nell?organismo, la cui attivit? ? fondamentale nella coagulazione del sangue.?

La principali forme di vitamina K sono? K1 e K2.?

La vitamina K1, conosciuta anche come?fillochinone,?? presente generalmente nei?vegetali a foglia verde,?ed ? la forma pi? comune di vitamina K presente nella dieta umana.?

La vitamina K2 comprende un gruppo di composti chiamati?menachinoni,?presenti nei?cibi animali e negli alimenti fermentati.?I batteri intestinali inoltre, sono in grado di produrre piccole quantit? di menachinoni.?

Comunque, la quantit? di vitamina K2 prodotta a livello intestinale ? variabile. Gli studi attuali sono indirizzati a scoprire l?influenza sulla salute della vitamina K2 che in piccole quantit? viene prodotta nell?intestino.?

Panoramica sul potassio.?

Il potassio ? un minerale che nel corpo umano svolge la funzione di elettrolita. Molte cellule e tessuti necessitano di elettroliti per completare le loro funzioni biologiche.??

Il potassio aiuta a mantenere:?

Generalmente, mantenere la concentrazione di potassio nei limiti di normalit?, apporta benefici alla salute generale.?

Benefici.

Il consumo regolare di cibi ricchi di? vitamina K? e di potassio rende la dieta pi? salutare, poich? questi micronutrienti apportano benefici specifici ed effetti positivi. Per esempio, un recente studio ha esaminato i potenziali effetti sulle ossa e sulla salute del cuore della vitamina K.

Benefici della vitamina K.

La vitamina K gioca un ruolo significativo nel trofismo osseo e nel metabolismo. Una deficienza di vitamina K ? stata associata alle?fratture ossee e alle malattie dell?osso come l?osteoporosi.

Gli integratori di vitamina K hanno dimostrato un potenziale effetto positivo nel ridurre il rischio di fratture specialmente nelle periodo post- menopausa in donne con osteoporosi. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere pienamente la relazione che intercorre tra gli integratori e la salute delle ossa.?

La vitamina K inoltre, secondo alcuni ricercatori, potrebbe? aiutare a?inibire l?accumulo di calcio nei vasi sanguigni, un processo dannoso che viene considerato un fattore predittivo delle malattie cardiache.

Per questo ? fondamentale assumere abbastanza vitamina K2 dalla dieta, in modo da prevenire l?accumulo di calcio e favorire la salute del cuore.?Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per comprendere la relazione che esiste tra la vitamina K e la salute del cuore.?

Altri nutrienti, come la?vitamina D,?influenzano l?efficacia dei supplementi di vitamina K sulla salute del cuore.?

Una recente ricerca ha evidenziato gli altri possibili benefici della vitamina K come per esempio?l?attivit? anti-aging??contro l?invecchiamento e?l?azione antinfiammatoria?nel diabete e nel cancro.? Anche in questo caso sono necessarie ulteriori ricerche per analizzare in dettaglio i potenziali effetti della vitamina K.

Benefici del potassio.?

Il potassio gioca un ruolo nella?salute delle ossa, tuttavia, solo alcuni studi hanno dimostrato l?azione positiva degli integratori sul miglioramento dei marcatori ossei.?

Come la vitamina K, il potassio pu? aiutare la salute delle ossa nelle donne in menopausa. Un recente studio ha scoperto i possibili importanti effetti del potassio sulle ossa e sul rischio di osteoporosi in una popolazione di individui a rischio.?

La capacit? del potassio di aiutare a?regolare la pressione arteriosa?? importante per la salute del cuore.?

Non ? molto chiaro il ruolo degli integratori di potassio rispetto al potassio assunto con la dieta e come il sale assunto con gli alimenti possa influenzare l?attivit? del potassio a livello cardiovascolare.?

Sicurezza.

La vitamina K e il potassio sono generalmente considerati sicuri per la maggior parte della popolazione, infatti non sono presenti in letteratura evidenze scientifiche che dimostrano gli effetti collaterali tossici dell?assunzione elevata di questi composti.?

I livelli massimi tollerabili di assunzione per la popolazione ( UL )? di entrambi sono stati fissati a valori ben precisi.

Nelle persone che assumono alcune tipologie di farmaci o con malattia cronica renale (CKD) pu? essere necessario monitorare i livelli di vitamina K e di potassio assunti con la dieta, poich? i livelli troppo alti o troppo bassi, potrebbero portare a degli effetti collaterali pericolosi.?

Vitamina K.?

Secondo alcuni studi, le persone con malattia cronica renale CKD hanno un rischio maggiore di deficienza di vitamina K. Per tanto, assicurare un giusto apporto di vitamina K pu? essere necessario per aiutare a prevenire le possibili complicazioni ossee o cardiache.??

La vitamina K, inoltre favorisce la?coagulazione del sangue. Le persone che assumono farmaci anticoagulanti dovrebbero fare attenzione alla quantit? di vitamina K assunta con la dieta, in modo da evitare che possa interferire con gli effetti del farmaco.?

Potassio.?

Le persone con CKD hanno un?elevato rischio di ipokaliemia- basso livelli di potassio nel sangue ? oppure possono presentare un rischio aumentato di ipercalemia ? alti livelli di potassio nel sangue.

Il possibile livello anomalo di potassio in presenza di CKD ? stato associato ad una maggiore probabilit? di ospedalizzazione, malattie cardiache e morte.? ??

Le persone con diagnosi di CKD quindi, dovrebbero monitorare costantemente i livelli di potassio nel sangue e la quantit? che viene assunta dalla dieta o dagli? integratori.?

Fonti alimentari di vitamina K e di potassio.?

Alcuni delle migliori fonti alimentari di vitamina K includono:?

Alimenti che sono particolarmente ricchi di potassio:?

Conclusioni.

L?organismo umano necessita di vitamina K e di potassio per la corretta funzionalit?. Molto spesso vengono considerati come lo stesso composto, anche se in realt? sono due micronutrienti diversi. Il potassio non ? una vitamina ma un minerale e le funzioni che svolge nel corpo umano sono diverse da quelle della vitamina K.

Entrambi contribuiscono alla salute delle ossa e del cuore e ad altri benefici.??I cibi ricchi di vitamina K o di potassio sono importanti per la salute e rendono la dieta sana ed equilibrata.??