Vittorio Sgarbi insultato, lascia il palco dell'Arena: Non sapevamo fosse un omaggio a Battiato

di Redazione Zazoom - giovedì 23 settembre 2021

Vittorio Sgarbi insultato, lascia il palco dell

A Fanpage Vittorio Sgarbi ha spiegato il perchè della sua presenza e di quella di Al Bano durante la serata omaggio organizzata all'Arena di Verona per rendere omaggio a Franco Battiato.

"È tutta colpa mia, ma è una cosa molto innocente, nel senso che io sono invitato, così come Al Bano e Iva Zanicchi, in un luogo meraviglioso che si chiama castello del Catajo a Battaglia Terme che è un grande castello, il più bello del Veneto. Un monumento del 1570 che io ho salvato da un centro commerciale di 400 mq chiamando Ministro, Sovraintendente etc. Ho salvato questo edificio e mi hanno dedicato una lapide in latino, quindi vado lì per essere premiato e trovo anche Al Bano, appunto".

"Mia sorella (l'editrice Elisabetta Sgarbi, ndr) mi ha detto che c'erano gli Extraliscio e Morgan all'Arena e pensavo che fosse una cosa loro. Così partiamo e arriviamo alle 23 in punto, ci accolgono tutti e vediamo l'Arena piena, cosa un po' strana, ma ci diciamo che è una cosa bella".

"Incontriamo il conduttore, Umberto Broccoli, che ci dice: "Che bello vedervi qua, perché non fate un saluto?" e a quel punto volevo entrare con gli Extraliscio, ma lui ci dice che ci avrebbe chiamato lui e così durante il cambio palco, c'erano due minuti di spazio, ci chiama, saliamo sul palco e arrivano questi fischi, i "fascisti", i "vergognatevi".

"Ho scoperto solo alle 23.50 che era per Battiato, a quel punto, era mezzanotte in punto, dopo essere accolti affettuosamente dal pubblico, almeno quando camminavamo per l'Arena, siamo ripartiti e siamo tornati nel luogo della lapide. Quindi siamo stati contemporaneamente al Catajo e all'Arena di Verona".