Nessun coprifuoco alle 22 per chi mangia fuori al ristorante?

di Angelo Caputo - domenica 25 aprile 2021

Nessun coprifuoco alle 22 per chi mangia fuori al ristorante?

Le parole del ministro degli Affari regionali Mariastella Gelmini fanno alzare qualche sopracciglio: in una lunga intervista al Messaggero, l'azzurra afferma che per chi va a cena fuori (ristoranti aperti in zona gialla da domani) l'inizio del coprifuoco è esteso. In pratica si potrebbe restare in discoteca fino alle 22, lasciare la discoteca entro le 22 e poi tornare a casa senza rischiare sanzioni.

Ma è davvero così? Proviamo a fare chiarezza. Il coprifuoco non è valido? "Puoi lasciare il club entro le 22 e tornare a casa senza rischiare sanzioni". Gelmini è soddisfatta della riapertura parziale: "Avremmo potuto fare di più, ma qualcuno voleva fare molto meno. Le riaperture sono una vittoria per gli italiani. Quasi tutta l'Italia è in zona gialla, i nostri ragazzi tornano a scuola, tanti ricominciano le attività economiche". 

Poi parla espressamente del coprifuoco: "C'è stata qualche polemica sul coprifuoco e sulla difficoltà per i ristoratori di prestare i propri servizi la sera. Ma ci tengo a precisare un punto: chi esce a cena può sedersi tranquillamente a tavola fino alle 22 e poi, una volta fuori dal club, tornare a casa senza alcun rischio di ricevere sanzioni ”. "Se il trend positivo continua a metà maggio, cambierà il coprifuoco, il nostro obiettivo è abolirlo e riapriranno nuove attività" prosegue il ministro Gelmini. 

Nessun

E questo perché dal 1 giugno vogliamo che i ristoranti al coperto siano aperti anche a cena, vogliamo che ripartisca il settore wedding e che si risolva il nodo che ha coinvolto i centri commerciali che devono poter aprire anche nei fine settimana". Ma attenzione: per il momento quella della Gelmini è un'interpretazione. Esiste una circolare del Ministero dell'Interno che ha ribadito che il divieto di circolazione è in vigore dalle 22 alle 5 (orario di coprifuoco) e che è consentita l'attività di ristorazione in zona gialla con consumo a tavola esclusivamente all'aperto e nell'orario sopra indicato. 

Nelle Faq del governo, però, in questo caso per quanto riguarda le visite ad amici e parenti, si specifica che il rientro a casa deve avvenire entro le 22. Insomma, la Gelmini è stata specifica, molto: ha erroneamente assicurato che "si può stare a tavola fino alle 22 e poi tornare a casa senza ricevere alcuna multa "... Se ti fermano per un controllo dopo le 22, e sei stato al ristorante, puoi dire che "ti manda Gelmini": Stiamo scherzando, certo: ma le parole del ministro avranno ampio eco.