Neonato ucciso a Trapani : Arrestata madre 17enne

di Paola Cammarota - sabato 7 novembre 2020

Neonato ucciso a Trapani : Arrestata madre 17enne

Secondo la prima ricostruzione la giovane studentessa avrebbe fatto tutto da sola, anche se ci sono ancora molti elementi di dubbio. 

La ragazza di 17 anni che ha gettato il suo neonato dalla finestra di casa è stata arrestata per omicidio volontario. Il minore, che ha confessato dopo un lungo interrogatorio, è tuttora ricoverata al servizio di ginecologia dell'ospedale Sant'Antonino Abate di Trapani. Le forze dell'ordine stanno valutando anche le posizioni della madre della ragazza e della collaboratrice domestica che si trovavano in casa al momento dell'incidente, le due donne hanno affermato di non aver notato la nascita e la morte del neonato. 

Il neonato, ritrovato a terra all'interno della sacca, aveva ancora il cordone ombelicale attaccato e il suo corpo presentava evidenti segni di ferita, si presume che il suo cranio fosse frantumato per l'impatto con il terreno. L'autopsia chiarirà meglio cosa sia realmente accaduto, se, ad esempio, il neonato era già morto prima di essere gettato dalla finestra e o se il bambino è morto solo dopo l'impatto con il suolo

Domande che possono aiutare a spiegare molte cose. La ragazza di 17 anni in forte stato di shock - disperata, raccontano i vicini che l'hanno vista - è stata portata in ospedale e ricoverata nella stanza di ostetricia e ginecologia Sant'Antonio dove ha subito un delicato intervento e dove si trova tuttora. Inizialmente, la ragazza di diciassette anni ha negato tutto ma, man mano che le domande e gli esami si incalzavano, ha raccontato la sua versione: ha detto che i genitori, il padre appartiene alla polizia, non si erano accorti che fosse incinta. “Avevo paura di dire ai miei genitori che ero incinta perché avevo paura della loro reazione. Sono disperata ”, ha detto al procuratore minorile.