di Zazoom di martedì 20 febbraio 2024

Malattia del Cervo Zombie: cresce l'allarme per una possibile minaccia alla salute umana

malattia cervo

La malattia da deperimento cronico (CWD), nota anche come "malattia del cervo zombie", sta suscitando crescente preoccupazione tra gli esperti a causa della sua rapida diffusione negli Stati Uniti e dei potenziali rischi che potrebbe comportare per l'uomo. Questa patologia neurologica è causata da prioni, proteine patogene che, una volta mal ripiegate, possono indurre lo stesso difetto nelle proteine sane. La CWD è letale in tutti i casi e si manifesta con sintomi allarmanti come eccessiva salivazione, difficoltà di movimento, sguardo assente, disorientamento e letargia, che le hanno valso il macabro soprannome.

La "Malattia del Cervo Zombie": Un Allarme per la Salute Umana

Non esistono cure o vaccini per questa malattia, e ciò che preoccupa maggiormente è la sua capacità di infettare le cellule umane, come dimostrato da studi di laboratorio. Sebbene non ci siano ancora casi documentati di trasmissione all'uomo, la possibilità che il CWD possa attraversare la barriera delle specie e infettare gli esseri umani non può essere esclusa, rendendo essenziale un monitoraggio attento e la ricerca di soluzioni preventive.

Fonti Aggiuntive

Per approfondire la comprensione della malattia e delle sue implicazioni, è utile consultare fonti scientifiche autorevoli come il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e la World Health Organization (WHO), che forniscono aggiornamenti e linee guida sulla gestione delle malattie trasmissibili e sui rischi associati. Inoltre, riviste scientifiche come "The Lancet" e "Nature" possono offrire studi dettagliati e peer-reviewed sulla CWD e sui prioni in generale.