di Zazoom di martedì 13 febbraio 2024

Michele Misseri voleva suicidarsi: In campagna con una bottiglia di veleno!

michele misseri

Michele Misseri, protagonista di uno degli eventi più tragici nella cronaca italiana, ha rilasciato una toccante intervista a 'Far West', condotta da Salvo Sottile su Rai3. Dopo essere stato scarcerato per aver scontato la condanna nel processo per la morte della nipote quindicenne Sarah Scazzi avvenuta nel 2010 ad Avetrana, Misseri si è aperto sulla sua lotta interiore.

Michele Misseri e il peso del rimorso

In un momento di grande vulnerabilità, Misseri ha espresso il desiderio di porre fine alla sua vita. "Se mi fossi ammazzato, Sarah avrebbe avuto giustizia", ha confessato. Queste parole gettano luce sul peso del rimorso che lo ha perseguitato per anni. Nonostante sia stato ritenuto colpevole del delitto, continua a sentirsi responsabile e a proclamare la sua colpevolezza, mentre la figlia Sabrina e la moglie Cosima sono state condannate.

Il ricordo della tragica notte in cui Sarah perse la vita tormenta Misseri. "Quel giorno non stavo bene", ha raccontato. "Sarah mi stava dando fastidio. Ho stretto le mani attorno al suo collo...". Questo ricordo, insieme al sogno angosciante in cui la nipote gli sussurrava di avere freddo, ha segnato profondamente la sua anima.

Il dolore e il rimorso hanno portato Misseri sull'orlo del suicidio. Ha rivelato di aver tentato di togliersi la vita con del veleno, ma poi ha riflettuto sul fatto che se avesse avuto successo, il corpo di Sarah non sarebbe mai stato trovato, privando la sua famiglia della possibilità di sapere la verità.

Altre Notizie: Anticipazioni Un Posto al Sole Marzo 2024:nuovi colpi di scena; Annusare la frutta matura può bloccare il cancro: scoperta dell'Università della California; Asunta su Netflix: data di uscita, cast e trama della miniserie sull'omicidio che ha sconvolto la Spagna;