di Zazoom di domenica 4 febbraio 2024

Attentato Francia: gli assalitori sono passati per l'Italia

attentato francia

Nel recente attacco alla Gare de Lyon a Parigi, l'aggressore Kassogue S., un maliano di 32 anni, ha attirato l'attenzione delle autorità. Entrato in Italia nel 2016 da Pozzallo, il suo passato si intreccia con una serie di altri casi di individui con "trascorsi" italiani.

Analizzando i casi precedenti, emerge un modello inquietante. Da Abdesalem Lassoued a Lakhdar Benrabah, questi "lupi solitari" islamici hanno vissuto per un periodo in Italia, spesso facilitati da una rete di contatti, prima di compiere attacchi terroristici in Europa.

Da Lampedusa a Cannes: I Viaggi dei Terroristi Attraverso l'Italia

La geografia dei terribili eventi abbraccia luoghi come Lampedusa, Nizza e Cannes. Il passaggio attraverso l'Italia di individui come Brahim Aoussaoui e Anis Amri sottolinea il ruolo cruciale del paese nel percorso di questi attacchi.

L'aggressore Ahmed Hanachi, che colpì a morte due ragazze a Marsiglia nel 2017, aveva legami più intimi con l'Italia. Con una parentela italiana e un periodo trascorso ad Aprilia, la sua storia rivela una connessione più profonda con il territorio italiano.

Il caso di Khaled Babouri, che arrivò in Sardegna dall'Algeria, sottolinea la sfida dei controlli alle frontiere. La permeabilità delle frontiere europee contribuisce al passaggio agevolato di individui con intenti terroristici.

Gli attacchi precedenti sollevano domande sulla sicurezza delle frontiere e sulla necessità di migliorare i controlli. Il dibattito sulla gestione dei flussi migratori e sulla sicurezza rimane un tema cruciale per gli Stati europei.