di Zazoom di lunedì 29 gennaio 2024

Pesaro Capitale: Paolo Bonolis ha rifatto la sua tv con le battute tristi, perché chiamare lui?

pesaro capitale

Durante la cerimonia di apertura di Pesaro Capitale, Giulia Marchionni, consigliera comunale, ha espresso disappunto riguardo alla scelta di Paolo Bonolis come conduttore, sostenendo che la sua presenza non abbia contribuito positivamente alla presentazione della città come capitale italiana della cultura. Non si tratta solo di polemiche superficiali, ma di preoccupazioni legittime. Sebbene Bonolis sia un professionista noto e popolare, la sua performance non è stata adeguata all'importanza dell'evento, e ci si sarebbe potuti aspettare qualcosa di diverso.

Marchionni ha criticato il fatto che Bonolis abbia mantenuto il suo stile caratteristico, ricco di battute e cliché, non adatti al contesto formale della cerimonia. Ha sottolineato che l'attenzione dovrebbe essere incentrata sul talento e la professionalità della direttrice d'orchestra e delle 50 orchestrali, anziché sulle loro apparenze fisiche. La consigliera ha anche evidenziato l'importanza di riconoscere il valore delle donne nei ruoli istituzionali e professionali, evitando di ridurle a stereotipi o di sottovalutarle.

Marchionni ha criticato la scelta di privilegiare la popolarità mediatica di Bonolis rispetto alla coerenza con lo spirito dell'evento, suggerendo che sarebbe stato più appropriato affidarsi a figure locali di spicco, come Neri Marcorè. Ha sottolineato l'importanza di guardare al futuro, dove il ruolo delle donne sarà sempre più rilevante, e ha elogiato i pesaresi per essere più progressisti rispetto ai cliché rappresentati durante la cerimonia.