di Zazoom di 21 nov 2023

Qualificazione Italia agli Europei: Ucraina derubata!

qualificazione italia

Un'onda di controversie internazionali ha scatenato il non assegnato calcio di rigore da parte dell'arbitro spagnolo Gil Manzano durante il recupero della partita pareggiata dall'Italia, garantendo agli azzurri la qualificazione agli Europei e suscitando l'indignazione con l'etichetta "Ucraina derubata".

L'Italia ha conquistato l'accesso alla fase finale degli imminenti Europei ottenendo un pareggio cruciale contro l'Ucraina, con uno 0-0 difeso con determinazione che assicura al team di Spalletti il secondo posto nel girone dietro l'Inghilterra. Nonostante la vittoria in questo scontro cruciale, l'attenzione si è concentrata sul presunto contatto da rigore di Cristante su Mudryk durante i minuti di recupero, un episodio non sanzionato dall'arbitro Jesus Gil Manzano né rilevato dal VAR, scatenando un caso internazionale che ha fatto eco nelle prime pagine di tutto il mondo.

L'opinione pubblica, soprattutto in Inghilterra, dove Mudryk gioca per il Chelsea, ha reagito pesantemente, accusando un presunto "furto" contro l'Ucraina e descrivendo l'episodio come "Mudryk abbattuto in area".

Le ombre sulla qualificazione dell'Italia si estendono anche in Spagna, patria dell'arbitro Gil Manzano, con polemiche riguardanti la sua decisione e accuse di aver "mangiato" un rigore, determinando la partecipazione dell'Italia agli Europei e un presunto "pasticcio" da parte dell'arbitro spagnolo.

Gli ucraini sostengono che la situazione sia stata manipolata a tavolino dall'UEFA, interessata a portare agli Europei una nazionale di maggior prestigio come l'Italia rispetto all'Ucraina. Le parole di Ceferin, presidente dell'UEFA, del mese scorso sono citate a sostegno di questa tesi, indicando un possibile interesse a favore dell'Italia per motivi di prestigio. Tale percezione ha alimentato le voci di "mafia" tra i tifosi ucraini, manifestate con eloquenti cartelli durante la partita a Leverkusen.

Il CT ucraino, nel post-partita, si è mostrato diplomatico sulla questione del rigore non assegnato, riconoscendo che, secondo lui, sarebbe stato un calcio di rigore, ma sottolineando l'assenza di un richiamo da parte del VAR all'arbitro.

Con la qualificazione agli Europei garantita, l'Ucraina ora si aggrapperà ai playoff di marzo per cercare un'entrata in extremis, con tre squadre che completeranno il quadro delle partecipanti a Euro 2024 in Germania.

Altre Notizie: Costituita la Biblioteca diocesana: a Massa Carrara venerdì conferenza sui Paesi della Lunigiana; Un Tablet per i giovani studenti ucraini; Schierato l’Ordine degli infermieri provinciali per la giornata regionale di oggi alla Cri di Albiano Magra in Lunigiana contro l’epatite C;