di Zazoom di 31 lug 2023

Voyager 2 : Comunicazione Interrotta con la Navicella a causa di un Errore di Puntamento dell'Antenna

voyager comunicazione

Il 21 luglio scorso, una serie di comandi inviati alla navicella spaziale Voyager 2 ha causato un'involontaria deviazione dell'antenna a 2 gradi dalla Terra. Questo ha comportato la perdita della capacità della Voyager 2 di ricevere comandi o trasmettere dati sulla Terra dallo spazio interstellare in cui si trova, interrompendo così le comunicazioni con la sonda. La Voyager 2 si trova a quasi 20 miliardi di chilometri dalla Terra, rendendo problematica la risoluzione del problema a causa dell'enorme distanza dalla nostra pianeta e dei lunghi tempi necessari per inviare e ricevere segnali.

Attualmente, i dati inviati dalla navicella spaziale non stanno raggiungendo le antenne terrestri del Deep Space Network (DSN) della NASA, e la sonda non può ricevere comandi dai controllori di terra. Tuttavia, la Voyager 2 è programmata per eseguire il ripristino del suo orientamento più volte all'anno, in modo da mantenere l'antenna puntata verso la Terra.

Il prossimo riallineamento automatico è previsto per il 15 ottobre, e ciò dovrebbe consentire la ripresa della comunicazione con la sonda. Il team della missione si aspetta che la Voyager 2 mantenga la sua traiettoria pianificata durante il periodo di silenzio delle comunicazioni.

La Voyager 1, che si trova a quasi 24 miliardi di chilometri dalla Terra, continua a funzionare normalmente senza problemi di comunicazione. Nonostante le sfide che le sonde Voyager hanno affrontato nel corso di oltre quarant'anni nello spazio interstellare, il loro valore scientifico e le informazioni preziose che hanno fornito sulla nostra galassia e oltre rimangono senza eguali.

Altre Notizie: Costituita la Biblioteca diocesana: a Massa Carrara venerdì conferenza sui Paesi della Lunigiana; Un Tablet per i giovani studenti ucraini; Schierato l’Ordine degli infermieri provinciali per la giornata regionale di oggi alla Cri di Albiano Magra in Lunigiana contro l’epatite C;