di Zazoom di 23 lug 2023

Roma sotto l'emergenza rifiuti: Sabrina Ferilli lancia un grido d'allarme

roma sotto

La polemica sulla gestione dei rifiuti a Roma continua a imperversare, lasciando la città eterna in ginocchio a causa della presenza di immondizia di ogni genere per le strade, vicino ai marciapiedi e cassonetti in condizioni indecenti. I cittadini romani sono stanchi ed esasperati, poiché il problema è ormai sentito da tutti. Tra le voci famose, l'ultima "grido disperato" è stato lanciato dall'attrice Sabrina Ferilli. Recentemente, la showgirl capitolina ha pubblicato su di un profilo social una clip per segnalare la situazione surreale nel quartiere Prati, un'area che fino a poco tempo fa era considerata di assoluto prestigio.

In un videomessaggio, Sabrina Ferilli esprime il suo sfogo riguardo alla situazione: "Roma, un sabato. Come sempre, eh, non è che cambi niente. Puntualmente è così, puntualmente c'è tutto quello che vedete. I cassonetti non li riprendo neanche perché rischio la vita, con morsi di animali vari, mammiferi e non". La showgirl non accetta questa situazione e decide di condividere il suo disappunto sui social media per mettere in luce le difficoltà che affliggono i quartieri romani. L'immondizia è ovunque, ma Sabrina si fa aiutare da un ragazzo che, con buona volontà, si dedica a ripulire le strade. "È la mia salvezza, pulisce le due-tre vie che ho intorno a casa. A lui do un piccolo contributo", commenta l'ex fotomodella.

Le sue parole hanno fatto eco a quelle di altri personaggi del mondo dello spettacolo in passato. Persone come Gaia Tortora hanno implorato l'intervento dell'esercito e definito Roma una città "ingovernabile che puzza, è sporca e pericolosa". Anche Alessandro Gassmann si è scagliato contro il sindaco Gualtieri, paragonando la capitale ad una discarica.

"Roma è ormai una metropoli di cui vergognarsi. Fa schifo. È una discarica. Oggi ho camminato parecchio, la città è una discarica, come da ormai parecchi anni. Davvero uno schifo. Turisti disgustati, gabbiani sui tavoli e nei vicoli che mangiano resti. Puzza di piscio e guano, cartacce, plastica che svolazza, buche, tombini completamente tappati… una città di cui vergognarsi", afferma l'attore. Nonostante ciò, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha rassicurato i cittadini affermando che prima della riapertura delle scuole, la situazione rifiuti tornerà ad essere accettabile. Resta da vedere se questa promessa sarà mantenuta e se finalmente Roma riuscirà a risolvere il problema cronico dell'emergenza rifiuti.

Altre Notizie: Costituita la Biblioteca diocesana: a Massa Carrara venerdì conferenza sui Paesi della Lunigiana; Un Tablet per i giovani studenti ucraini; Schierato l’Ordine degli infermieri provinciali per la giornata regionale di oggi alla Cri di Albiano Magra in Lunigiana contro l’epatite C;