di Zazoom di 26 ott 2022

Stefano De Martino : Morirò a Napoli, ma la villa a Posillipo è in affitto

stefano martino

A Fanpage Stefano De martino racconta questo momento esaltante della sua carriera. Dal successo di Stasera tutto è possibile al ritorno di Bar Stella, passando per la sua vita eternamente legata alla cronaca rosa.

"Ciò che conta è il giudizio che hai di te stesso, io ci metto l'anima in quello che faccio, dal momento in cui ti viene data un'occasione l'unica cosa che puoi fare è impegnarti tantissimo. Ho capito che i pregiudizi su di me ci saranno sempre, ma il gossip è come una raccomandazione, una luce che si accende, poi si deve vedere se sotto c'è qualcosa".

Sugli impegni in Tv spiega il riscontro di Stasera tutto è possibile dal suo punto di vista: "Un programma in cui mi diverto tantissimo, siamo riusciti negli anni a creare una vera e propria compagnia di giro, una comitiva, riusciamo ad andare al lavoro senza preparare molto, è un programma che funziona in questo momento, perchè non è pretenzioso, che non pretende di essere straordinario, semplicemente si pone l'obiettivo di alleggerire un po'."

Dal 29 novembre torna anche Bar Stella in una nuova collocazione: " Ritorna con una programmazione più attinente alla natura dell'idea. Sarà un live show, dove si potrà commentare anche le notizie del giorno,un po' come succede nei bar nella vita reale, un'ora a sera con cui vorremmo mandare le persone a letto col sorriso".

Spazio anche alle ultime voci sul suo conto, la villa a Napoli scelta per sé, sua moglie e suo figlio: "L'ho presa in affitto perché lavoro qui, non so se sarà il luogo in cui crescerà mio figlio, ma so per certo che morirò a Napoli". Infine l'esposizione del figlio sui social: "È giusto prepararlo a qualcosa che farà parte della sua vita, ma quello che spero è che andrà via dall'Italia per essere libero di tornare senza sentirsi 'il figlio di'".

Altre Notizie: Costituita la Biblioteca diocesana: a Massa Carrara venerdì conferenza sui Paesi della Lunigiana; Un Tablet per i giovani studenti ucraini; Schierato l’Ordine degli infermieri provinciali per la giornata regionale di oggi alla Cri di Albiano Magra in Lunigiana contro l’epatite C;