La scuola dei Fratelli cristiani di Massa diventa bilingue

di Redazione Zazoom - martedì 24 novembre 2020

La scuola dei  Fratelli cristiani di Massa diventa bilingue

Dal prossimo anno scolastico la Scuola ?San Filippo Neri di Massa? meglio nota come ?la scuola dei ?Fratelli Cristiani?, diventer? bilingue. Il progetto ha riscosso il plauso praticamente dalla totalit? dei genitori i cui figli frequentano l?istituto di viale Eugenio Chiesa. ?Da dire che questa iniziativa ha le sue radici nel passato. Infatti inizialmente venivano effettuate in ogni classe tre ore settimanali di inglese? , poi la madrelingua, quindi il Centro Trinity e il Campus estivo, infine il CLI cio? il ?Content and Language Integrated Learning. Il CLIL,?definito per la prima volta da David Marsh e Anne Maljers nel 1994, ? un metodo che prevede l?apprendimento integrato di contenuti disciplinari in una lingua straniera?veicolare. Ci? si concretizza nell?insegnamento di alcune materie curriculari della scuola secondaria?in lingua straniera.?

Con la Legge 107 del 13 luglio 2015 (la?Buona Scuola) il CLIL entra a far parte degli obiettivi formativi prioritari del sistema scolastico italiano. Al comma 7 del suo unico articolo, la Legge segnala come?primo obiettivo??la?valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche,con particolare riferimento all?italiano nonch? alla lingua inglese e ad altre lingue dell?Unione europea, anche mediante l?utilizzo della?metodologia Content language integrated learning?. Ora, finalmente, il bilinguismo questo significa che ?non ? togliere spazio e tempo alle materie curriculari, anzi ? un supportarle in lingua inglese, la lingua oggi necessaria per accedere domani a un posto di lavoro. I ?Fratelli? con questo progetto agiscono nel presente guardando al futuro e strizzando l?occhio al passato. La tradizione che si rinnova, senza salti nel buio.?

scuola

Nelle scuole lasalliane di tutto il mondo ? un vecchio sogno coniugare i bisogni educativi dell?alunno con la ricerca pedagogica e didattica che avanza. Tutto ci? ? nel DNA del carisma di San Giovanni Battista de La Salle, fondatore dei ?Fratelli? delle scuole cristiane. Alla fine del XVII secolo, infatti, per i ragazzi recuperati dalla strada, ha innovato profondamente il mondo della scuola come antesignano delle scuole magistrali e professionali con tanto di laboratori. Oggi, come dicevamo, ?il Comitato di gestione della San Filippo Neri ha ritenuto opportuno per rispondere alle sfide dell? odierna societ? giocare la carta della scuola bilingue e altre interessanti novit? come l?introduzione graduale del ?modulo? , a partire dalle classi prima e seconda primaria. Quando il modulo ?? e questa ? la felice realt? della San Filippo Neri - piena condivisione delle peculiarit? dei docenti che lo animano e non semplice diversificazione dei ruoli per aree disciplinari e tanto meno sterile esibizionismo individuale, diventa uno strumento potentissimo per l?istruzione e l?educazione integrale delle giovani generazioni.?

scuola

Per quanto riguarda la scuola bilingue la neo coordinatrice Elisa Calanchi spiega: ? Applicheremo la metodologia CLIL ( Content and Language Integrated Learning). Questa metodologia ? una delle strategie pi? efficaci per rendere gli alunni competenti, comunicativi e fluenti in una lingua straniera perch? motiva, diverte, aiuta i bambini a lavorare insieme, a collaborare, a mettersi in gioco.?Dunque i vantaggi saranno molteplici... ?Sviluppa cos? anche le soft skills, le cosiddette ?competenze trasversali?, che raggruppano le qualit? personali, nonch? l'atteggiamento in ambito di lavoro e nel campo delle relazioni interpersonali.?I tempi di attuazione? ?Gli alunni della Primaria vedranno inseriti nel loro piano di studio da 7 a 9 ore di inglese settimanali. Matematica, Storia, Scienze, Geografia, Arte verranno veicolate attraverso la lingua inglese a partire dalla classe prima fino alla classe quinta, senza mai perdere di vista la centralit? della lingua italiana. Gli alunni dell'Infanzia invece sperimenteranno l'approccio "English Every Day".La lingua inglese ogni giorno, con un approccio ludico, integrato in ogni momento della giornata, dall?accoglienza, alle attivit? didattiche in sezione, al pranzo, al gioco, ai saluti prima di andare a casa. L?insegnante specialista in lingua inglese e la madrelingua si affiancheranno alle altre insegnanti con l?obiettivo di far apprendere l?inglese in maniera naturale.?