di Zazoom di mercoledì 31 gennaio 2024

Rottura tra la Universal Music e TikTok: Non paga il giusto valore

rottura universal

Si è verificato uno scontro in merito ai pagamenti tra Universal Music e TikTok. In una 'lettera aperta alla comunità di artisti e cantautori', la Universal ha accusato la piattaforma sociale "di costruire un business basato sulla musica, senza pagare un giusto valore per la musica" e ha minacciato di ritirare i suoi milioni di brani al termine del contratto, ovvero oggi. In pratica, senza un accordo, da domani TikTok non avrà più accesso alle canzoni di artisti di spicco come Taylor Swift, The Weeknd e Drake.

Il cuore della disputa sembra essere il tema dei pagamenti dei diritti, con la proposta di TikTok di "pagare i nostri artisti e cantautori a una tariffa che è una frazione di quella pagata dalle principali piattaforme social", secondo quanto affermato dalla Universal, che sottolinea che la piattaforma rappresenta solo circa l'1% delle sue entrate totali. Oltre a cercare un compenso adeguato, la Universal intende anche "proteggere gli artisti dagli effetti dannosi dell'intelligenza artificiale e della sicurezza online per gli utenti di TikTok".

La risposta di TikTok non si è fatta attendere: "È triste e deludente che Universal Music Group abbia anteposto la propria avidità agli interessi dei propri artisti e cantautori. Nonostante la falsa narrativa e la retorica della Universal, il fatto è che hanno scelto di abbandonare il potente supporto di una piattaforma con oltre un miliardo di utenti che funge da veicolo promozionale e di scoperta gratuito per il loro talento".