di Zazoom di martedì 30 gennaio 2024

Vaiolo delle scimmie,: 11 casi a Firenze

vaiolo delle
Undici sono i casi di vaiolo delle scimmie riscontrati a Firenze. Gli operatori dei servizi di igiene pubblica in Toscana hanno condotto approfondite indagini epidemiologiche al fine di identificare possibili contatti. Recentemente, hanno notificato tali casi al Ministero della Salute. Si ritiene che la diffusione del contagio sia avvenuta durante le festività natalizie. Tutte le disposizioni della circolare ministeriale, inclusi l'autoisolamento e l'informazione sulle pratiche igieniche preventive, sono state attuate per limitare la trasmissione della malattia.

La Regione, in collaborazione con le Asl, mantiene un costante monitoraggio della situazione, attualmente sotto controllo e stabile. Il vaiolo delle scimmie, un'infezione virale rara, è solitamente riscontrato nei Paesi tropicali dell'Africa centrale e occidentale. Tuttavia, nel 2022 si sono verificati focolai in diverse nazioni, compresa l'Italia. La trasmissione avviene principalmente attraverso il contatto fisico ravvicinato, compresi l'attività sessuale e il contatto con fluidi corporei o lesioni cutanee di persone infette.

I sintomi, simili a quelli del vaiolo ma in forma meno grave, includono febbre, cefalea, dolori muscolari, linfoadenopatia ed eruzioni cutanee dopo alcuni giorni. La malattia si manifesta dopo circa dodici giorni dall'esposizione e persiste per due o quattro settimane. Il vaiolo delle scimmie può variare clinicamente, con alcuni individui che presentano sintomi lievi o addirittura essere asintomatici, mentre altri possono sviluppare forme più gravi.