di Zazoom di martedì 30 gennaio 2024

Inps, Pensioni quota 100 e 102: nel 2024 non sono cumulabili con reddito da lavoro

inps pensioni

Per quanto riguarda le pensioni con quota 100, quota 102 e quelle anticipate flessibili, è importante sottolineare che, dal primo giorno di effettiva percezione della pensione fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia, non è consentito accumulare redditi provenienti da lavoro dipendente o autonomo. Tale disposizione è stata comunicata dall'Inps, il quale si impegna a informare chiaramente gli utenti in merito alla non cumulabilità della pensione con redditi da lavoro al momento della notifica del provvedimento di liquidazione pensionistica, in ottemperanza al principio di trasparenza nell'azione amministrativa.

I pensionati con quota 100, quota 102 o pensione anticipata flessibile sono tenuti, prima di raggiungere l'età prevista per il pensionamento di vecchiaia, a segnalare all'Inps eventuali redditi da lavoro, siano essi dipendenti o autonomi, che potrebbero incidere sulla non cumulabilità della pensione. Nel caso di mancato rispetto di questa disposizione, l'Inps ha il dovere di sospendere la pensione e di recuperare le mensilità pagate erroneamente. Va fatto presente un'eccezione per i redditi da lavoro autonomo occasionale, i quali non devono superare i 5.000 euro lordi annuali. È importante notare che ai fini del calcolo del limite dei 5.000 euro lordi, occorre considerare tutti i redditi annuali derivanti da lavoro autonomo occasionale, inclusi quelli relativi all'attività svolta nei mesi dell'anno precedente la decorrenza della pensione e/o successivi al compimento dell'età richiesta per la pensione di vecchiaia, come specificato nelle circolari n. 11 del 2019 e n. 117 del 2019 (alle quali si rimanda per ulteriori dettagli).