di Zazoom di giovedì 25 gennaio 2024

Ostaggi Hamas: Qatar accusa Netanyahu

ostaggi hamas

Nel pieno delle trattative per il rilascio degli ostaggi, il Qatar ha preso posizione contro Benjamin Netanyahu. Attraverso un post su X, il portavoce del ministero degli Esteri di Doha ha criticato il premier israeliano per le sue dichiarazioni ritenute "irresponsabili". Netanyahu avrebbe definito il Qatar un mediatore "problematico" durante un incontro con le famiglie degli ostaggi. Il portavoce, Majed al Ansari, ha dichiarato che tali affermazioni ostacolano il processo di mediazione e sembrano perseguire interessi politici personali piuttosto che la priorità di salvare vite innocenti, comprese quelle degli ostaggi israeliani.

Al Ansari ha accusato Netanyahu di minare gli sforzi di mediazione, sottolineando l'impegno del Qatar nel dialogo con le parti coinvolte, incluso il tentativo di stabilire un nuovo accordo sugli ostaggi e facilitare l'ingresso immediato degli aiuti umanitari a Gaza. Ha esortato Netanyahu a concentrarsi sul rilascio degli ostaggi anziché preoccuparsi delle relazioni strategiche tra il Qatar e gli Stati Uniti.

Nel frattempo, il consigliere per il Medio Oriente del presidente americano Joe Biden, Brett McGurk, si è incontrato con il primo ministro del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman bin Jassim al-Thani, per discutere dell'accordo che dovrebbe portare al rilascio degli ostaggi a Gaza. Tuttavia, una fonte israeliana ha segnalato un irrigidimento della posizione di Hamas negli ultimi giorni.

Manifestazioni di migliaia di persone bloccano Ayalon Highway a Tel Aviv, chiedendo un accordo immediato per il rilascio degli ostaggi nelle mani delle fazioni palestinesi a Gaza. Le scene ricordano le proteste precedenti contro la contestata riforma della giustizia promossa dal governo di Benjamin Netanyahu.