di Zazoom di mercoledì 24 gennaio 2024

Dolore al torace: La Tac al cuore riduce il rischio di morte e infarto

dolore torace

Un nuovo approccio nella gestione dei pazienti con sintomi di dolore toracico ha fatto emergere un cambiamento significativo. L'utilizzo mirato della Tomografia Computerizzata (Tac) al cuore, integrata con un esame specifico sul flusso sanguigno coronarico nei casi positivi, ha dimostrato di ridurre drasticamente il rischio di morte e infarto, evitando nel contempo esami invasivi non necessari. Questi risultati sono stati pubblicati su 'Jama Cardiology' come parte dello studio clinico internazionale denominato Precise, nel quale l'Italia ha giocato un ruolo principale attraverso il Centro Cardiologico Monzino di Milano, l'unico centro coinvolto nel nostro Paese e il principale reclutatore a livello mondiale.

Il periodo di analisi ha coperto 2.103 pazienti arruolati tra dicembre 2018 e maggio 2021. I risultati dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Lombardo mostrano che l'approccio diagnostico di precisione, che impiega la Tac coronarica in casi specifici e, se necessario, il parametro Ffrct (Fractional flow reserve CT derived), ha ottenuto risultati superiori rispetto all'approccio tradizionale, che coinvolge esami invasivi come la coronarografia. Un anno dopo l'arruolamento, nel gruppo sottoposto alla procedura di precisione, si sono registrati meno decessi, meno infarti e meno coronarografie. In media, l'uso selettivo della Tac in pazienti con sospetta malattia coronarica può ridurre il rischio di morte e infarto del 65%, evitando esami invasivi superflui.

Gianluca Pontone, direttore del Dipartimento di Cardiologia perioperatoria e Imaging cardiovascolare del Monzino, sottolinea l'importanza di questo studio, definendolo uno dei più significativi nell'ultimo decennio per la gestione del dolore toracico e il rischio di infarto. I risultati, già presentati al congresso dell'American Heart Association nell'aprile 2022, sono ora ufficialmente pubblicati su Jama Cardiology, sancendo l'entrata nella pratica clinica della Tac cardiaca e del Ffrct. Pontone enfatizza che questo nuovo approccio fornisce una soluzione chiara ed efficiente per affrontare il problema del dolore toracico, alleviando la sofferenza dei pazienti, riducendo lo stress e alleviando la pressione sugli ospedali e i pronto soccorso.

Pontone aggiunge che il nuovo approccio ridurrà anche il numero di esami inutili. Attualmente, molti pazienti con dolore al torace vengono sottoposti a una serie di esami, indipendentemente dal loro reale rischio individuale di malattia coronarica. Questo è dovuto alla disomogeneità e alla scarsa performance degli score clinici del rischio attuali. L'approccio proposto dallo studio Precise offre una guida più precisa, incoraggiando i medici a utilizzare un unico score clinico (Pmrs) per prendere decisioni informate. Se il Pmrs è basso, il paziente non necessita di ulteriori procedure; se è alto, viene sottoposto a Tac cardiaca e, se necessario, Ffrct. Questa procedura è ora validata e può essere adottata dai medici con fiducia, assicurando il miglior interesse del paziente.