di Zazoom di martedì 23 gennaio 2024

Morto a 97 anni Norman Jewison: diresse Jesus Christ Superstar

morto anni

Il regista canadese Norman Jewison, noto per i suoi film memorabili come 'La calda notte dell'ispettore Tibbs', 'Il violinista sul tetto', 'Jesus Christ Superstar', 'Rollerball', 'Agnese di Dio' e 'Stregata dalla luna', ci ha lasciati. Jewison, cineasta progressista impegnato socialmente e tecnicamente innovativo, è scomparso nella sua casa di Los Angeles all'età di 97 anni il 20 gennaio. La notizia è stata annunciata dal pubblicista Jeff Sanderson a nome della famiglia.

Tra gli anni Sessanta e gli Ottanta, Jewison ha ottenuto sette candidature agli Oscar, vincendone cinque per il Miglior film. Nel 1988, ha ricevuto l'Orso d'argento alla regia al Festival di Berlino per 'Stregata dalla luna' e nel 1999 il premio Irving G. Thalberg agli Academy Awards come riconoscimento alla carriera.

Conosciuto per ottenere prestazioni straordinarie dai suoi attori, Jewison ha spesso utilizzato trame di genere convenzionali per affrontare le ingiustizie sociali. Nato a Toronto nel 1926, dopo aver studiato alla BBC di Londra, tornò in Canada e lavorò per la CBC prima di dirigere spettacoli musicali a New York.

Il suo film 'Cincinnati Kid' del 1965 è stato un punto di svolta, analizzando metaforicamente le dinamiche sociali attraverso partite di poker. Ha continuato a dirigere film come 'La calda notte dell'ispettore Tibbs' (1967), 'Il caso Thomas Crown' (1968), 'Il violinista sul tetto' (1971), e 'Jesus Christ Superstar' (1973).

Jewison ha esplorato il tema del razzismo in opere come 'Storia di un soldato' (1984) e 'Hurricane - Il grido dell'innocenza' (1999), basato sulla vicenda del pugile Rubin Carter.

Il suo impegno sociale ha toccato temi come la giustizia, la legalità e la solidarietà in film come '…e giustizia per tutti' (1979) e 'I soldi degli altri' (1991). Norman Jewison ha lasciato un'impronta significativa nel panorama cinematografico internazionale.