di Zazoom di martedì 23 gennaio 2024

Arrestato a Verona: picchia e sequestra ragazza in stabile abbandonato

arrestato verona

Una giovane donna è stata liberata dalla polizia dopo essere stata segregata e maltrattata in uno stabile abbandonato a Verona. L'intervento è avvenuto in seguito a una segnalazione della sorella della vittima presso la questura di Cremona, la città di residenza della donna. La polizia è riuscita a localizzarla attraverso la posizione del suo cellulare, trovandola in uno stabile occupato abusivamente nei pressi della stazione di Verona Porta Nuova.

L'uomo con cui la donna viveva è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti e lesioni aggravate. Gli agenti delle Volanti e della Squadra mobile, dopo aver tranciato il lucchetto che assicurava l'accesso al luogo, hanno scoperto la giovane in uno stato di choc, con segni evidenti di violenza sul viso e sul corpo. La struttura, frequentemente sgomberata negli ultimi mesi, presentava condizioni di degrado totale e precarie condizioni igienico-sanitarie.

Durante il ritrovamento, la donna si aggrappava a un gattino, cercando conforto in un ambiente così difficile. Dopo essere stata accompagnata al Pronto Soccorso per le cure necessarie, la vittima è stata ascoltata dagli agenti, che hanno formalizzato la denuncia e proceduto all'arresto del presunto aggressore. Grazie alle disposizioni normative recenti, che consentono l'arresto in flagranza differita per i reati di maltrattamenti, il presunto responsabile, un giovane marocchino, è stato portato in carcere in attesa dell'udienza di convalida. Il giudice, dopo la convalida dell'arresto, ha disposto la custodia cautelare in carcere per il sospettato.