di Zazoom di lunedì 22 gennaio 2024

Funerali Giovanna Pedretti: Le parole fanno male, servono regole

funerali giovanna
Un silenzioso corteo si è riunito per onorare Giovanna Pedretti, la ristoratrice di Sant'Angelo, recentemente scomparsa e coinvolta in una controversia a causa di una recensione discriminatoria. Don Enzo Raimondi, celebrante delle esequie, sottolinea che coloro che conoscevano Giovanna non sono stati influenzati dai giudizi esterni, evidenziando la necessità di riabilitarla, soprattutto per coloro che la giudicano senza conoscerla. La celebrazione, partecipata ma composta, è stata un'ulteriore dimostrazione dell'affetto e della stima che la comunità di Sant'Angelo nutriva nei confronti di Giovanna.

Don Enzo riflette sul potere distruttivo delle parole, sottolineando che nel mondo odierno, purtroppo, siamo spesso veloci a giudicare senza conoscere. Esprime preoccupazione per l'odio online e suggerisce la necessità di regolamentare tali comportamenti. Tuttavia, dubita che dopo il caso di Giovanna Pedretti si vedranno cambiamenti significativi, citando l'apparente resistenza a regolamentare la libertà di espressione.

Il parroco enfatizza la necessità di connettere le parole al rispetto, suggerendo che le persone potrebbero riversare la loro cattiveria online a causa di una profonda insoddisfazione personale. Non si illude che ferire gli altri porti felicità e condivide il ricordo positivo di Giovanna come una persona generosa e impegnata in iniziative solidali, come la 'pizza sospesa', molto apprezzate dalla comunità.

Don Enzo conclude augurando tranquillità e serenità ai familiari di Giovanna, evidenziando la solidarietà della città nei confronti della famiglia.