di Zazoom di lunedì 22 gennaio 2024

Fisdir Ski Race Cup : Un progetto sociale che abbraccia sport e disabilità

fisdir race

Tutto è pronto per inaugurare la prima edizione della Fisdir Ski Race Cup, un'entusiasmante avventura che fonde la concretezza della competizione sciistica con la passione per lo sci alpino, promuovendo parallelamente l'integrazione sociale di chi vive con disabilità intellettiva. Questo straordinario circuito nazionale, dedicato agli atleti con disabilità intellettiva, è il risultato di una collaborazione senza precedenti tra il Comitato Organizzatore Fisdir Ski Race Cup e la Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali (Fisdir). La Fisdir Ski Race Cup rappresenta un esempio concreto di come il settore privato e quello pubblico possano unirsi per colmare importanti lacune nel mondo dello sport.

L'ispirazione dietro questa iniziativa è nata dalla consapevolezza della mancanza di opportunità per gli atleti con disabilità intellettiva nell'ambito dello sci alpino. Dopo il successo della prima manifestazione al Passo del Tonale nel febbraio 2023, il Comitato Organizzatore è stato creato grazie al contributo di associazioni e privati cittadini provenienti da diverse regioni italiane. La Fisdir Ski Race Cup non è soltanto una competizione sportiva; è un viaggio che ha avuto inizio a Sestriere il 20-21 gennaio 2024 e attraverserà località come Tarvisio, Folgaria e culminerà nella grande finale al Passo del Tonale il 23-24 marzo 2024.

Ogni "meeting" del circuito non rappresenta solo una gara, ma un'esperienza completa che comprende sessioni di allenamento, momenti di confronto tra atleti e tecnici e iniziative di inclusione che vanno al di là delle piste da sci, creando una vera comunità. Il formato innovativo del circuito è progettato per ampliare la partecipazione degli atleti con disabilità intellettiva, guidandoli verso l'eccellenza attraverso un percorso di allenamento consapevole.

Il presidente del Comitato Organizzatore, Roberto Maestroni, condivide la visione di una società "integrata", in cui normodotati, disabili fisici e disabili intellettivi convivono contribuendo ognuno nel proprio modo. La scelta di luoghi come il Passo del Tonale, centrali rispetto all'arco alpino, evidenzia la sensibilità delle comunità locali e la forte vocazione montana dei territori coinvolti nel circuito.

La Fisdir Ski Race Cup non è solo uno sport, ma un movimento che celebra l'inclusione e l'integrazione per gli atleti con disabilità intellettiva. L'obiettivo è concretizzare sogni, come quello di Rebecca Maestroni, giovane sciatrice nata con la sindrome della monosomia 18p. Il supporto di famiglie, sostenitori e appassionati ha trasformato questo sogno in una realtà tangibile.

Tra i sostenitori di questo progetto si annoverano aziende di prestigio come Guala Closures, Syngroup, Spm, & Forward, Chiomenti, Ones Media House, Bain & Company e Vanzetta & Associati. Grazie al loro contributo, la Fisdir Ski Race Cup non solo apre le porte al talento degli atleti, ma anche a nuove opportunità di inclusione e integrazione nella società.