VALERIA SOLARINO A DONNA MODERNA: HO IMPARATO A FARMI BASTARE L’ESSENZIALE

di Redazione Zazoom - mercoledì 24 marzo 2021

VALERIA SOLARINO A DONNA MODERNA: HO IMPARATO A FARMI BASTARE L’ESSENZIALE

VALERIA SOLARINO è la protagonista di copertina del numero di DONNA Moderna in edicola questa settimana. Un numero da collezione con cui il magazine diretto da Annalisa Monfreda lancia l’iniziativa #BEEGREEN dedicata al tema della sostenibilità e che culminerà in un progetto di apicoltura che ha l’obiettivo di promuovere la reintroduzione delle api nei contesti urbani, un passo fondamentale nella valorizzazione della biodiversità e del funzionamento ecosistemico.

L’attrice è stata scelta da DONNA Moderna per il suo impegno a favore di uno stile di vita sostenibile e essenziale e in un'intervista sulle pagine del magazine racconta come esprime la sua anima “verde”: «Cercando di rispettare l’ambiente in tante piccole cose: dal comprare i detersivi sfusi, al camminare invece di usare l’automobile, dal preferire il treno agli aerei, fino all’abitare a Roma in una casa con pannelli solari, un sistema di isolamento termico senza dispersione e un filtro che purifica l’acqua e la decalcifica».

A proposito di consumi consapevoli, a DONNA Moderna confida la sua esperienza durante il primo lockdown: «Ho capito che ho gia` di tutto e di piu`, e anche se non possiamo smettere di consumare perche´ crollerebbe l’intero sistema in cui viviamo, dovremmo riflettere meglio sulla necessita` di tanti beni che compriamo».

Interpellata da DONNA Moderna su che rapporto abbia con il suo corpo, l'attrice racconta: «Lo curo perche´ e` parte integrante del mio lavoro: non devo manipolarlo o modificarlo in ossequio a dettami estetici, ma devo essere consapevole dell’immagine che do perche´ ne va la credibilita` dei miei personaggi. Comunque, credo che servirebbe piu` “naturalezza” nel modo di gestire il nostro aspetto». E aggiunge: «Mi preoccupa che oggi l’imperativo sia quello di assomigliare agli altri, di conformarsi a uno standard, anziche´ distinguersi e apprezzare la propria specificita`. Come insegnava Aristotele, la bellezza e` “unita` di materia e di forma interna”: e` qualcosa che si manifesta quando realizziamo il nostro scopo. Insomma, sei bello quando fai quello per cui sei portato o che ti appassiona, non quando rinunci alla tua individualita` per diventare piu` simile ai modelli stereotipati. Io sono affascinata dalle persone di talento, perche´ realizzano il loro potenziale, dimostrano una pienezza del loro essere. Certo, chi ha tratti simmetrici piace subito perche´ ha una bellezza piu` facile. Ma a quella ti abitui e dopo un po’ non la vedi piu`. Invece quando guardi qualcuno che fa una cosa bene, che ha talento o che per anni ha perfezionato la sua abilita`, non puoi che subirne il fascino, percepire una scintilla che lo rende inimitabile».