Covid-19, nel mondo oltre 1,1 mln di morti : nuovo incontro governo-Regioni

di Francesco Oliva - domenica 18 ottobre 2020

Covid-19, nel mondo oltre 1,1 mln di morti : nuovo incontro governo-Regioni

Il numero di persone in tutto il mondo che sono morte a causa della pandemia di coronavirus è salito a oltre 1,1 milioni. Ciò può essere dedotto dal calcolo di France Presse basato su dati ufficiali. Il numero totale di casi di contagio osservati dall'inizio dell'emergenza sanitaria è di oltre 39,3 milioni. 

Gli Stati Uniti rimangono il Paese più colpito in assoluto con oltre 218.000 morti. Nuovo incontro tra governo e regioni sulle misure per contenere la diffusione del coronavirus. Il ministro degli Affari regionali, Boccia, ha infatti convocato Anci e Upi per le 10 regioni. Al vertice parteciperanno anche il ministro dell'Università Manfredi e il commissario per le emergenze Arcuri. 

Nel collegamento video erano presenti il ??Ministro della Salute, Speranza, il Ministro della Scuola, Azzolina, il Ministro dei Trasporti, De Micheli, e il capo della Protezione civile, Borrelli. La manovra approvata questa sera conferma 5,7 miliardi per rinnovare la riduzione fiscale al Sud nel 2021 e stanzia 1 miliardo al credito d'imposta per investimenti nel Mezzogiorno. Il documento sarà trasmesso al Parlamento nei prossimi giorni. Questa realizzazione è una manovra, di 40 miliardi finanziati per circa 23 miliardi di deficit e che potrà contare su 17 miliardi di aiuti. 

Nel 2021, 30.000 medici e infermieri saranno assunti a tempo determinato per il periodo di emergenza.400 milioni all'anno per l'acquisto di vaccini. Dopo circa tre ore, il Consiglio dei Ministri si è riunito a Palazzo Chigi e si è concluso sotto la presidenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Dopo il via libera alla legge finanziaria "soggetta ad accordi", è stato lanciato il "Fondo Covid" da 4 miliardi a sostegno dei settori più colpiti dall'epidemia. Sì anche al decreto, composto da due articoli, legati alla manovra che sospende i sequestri di salari e pensioni fino al 31 dicembre nonché l'invio di nuove fatture fiscali.