Il prof sboccato che apostrofa supergnocca una studentessa

di Francesco Oliva - giovedì 15 ottobre 2020

Il prof sboccato che apostrofa supergnocca una studentessa

Un professore di odontoiatria ha svolto un esame su una piattaforma telematica, rivolgendosi ai suoi studenti con definizioni sgradevoli al limite di sessismo e insulti

Ma le sue parole sono state registrate e gli studenti l'hanno denunciato al rettore. Lui, scrive il quotidiano, insegna all'Università degli Studi di Bari, la rappresentanza studentesca formalizzata in una lettera inviata tra l'altro al rettore. "Questo atteggiamento - si legge nella lettera - è scandaloso, non solo durante un esame, che è il momento della massima verifica dell'apprendimento, ma anche nei confronti dell'intera istituzione accademica". E si lamentavano anche del fatto che l'insegnante in ben 7 anni non aveva mai frequentato esami o insegnato.

La storia è raccontata da Repubblica Bari : La prima vittima è una studentessa che sta per affrontare l’esame. Il docente pensa di non essere ascoltato e rivolgendosi ad un suo assistente dice: “Quanto mi sta sul c…questa qua”. Mentre un altro candidato sta parlando, invece sussurra: “Che giramento di c….”. Parolacce e espressioni offensive che rivolge anche ad un dipendente amministrativo che, dice, “mi ha mandato l’elenco” e a uno dei rappresentanti degli studenti Emanuele Rollo, colpevole di aver chiesto il rispetto del regolamento.


“Questi raccomandanti, politicizzati” alcuni degli insulti rivolti all’esponente dell’associazionismo. Non manca l’apprezzamento ad una studentessa. Quando vede il profilo, registrato sulla piattaforma, della candidata che sta per affrontare la prova, il professore esclama: “C’è una supergnocca qui”. Frasi che, con la procedura on line, sono state inevitabilmente registrate e che il professore, ritengono gli studenti, pensava di pronunciare senza che nessuno lo ascoltasse.