L' influencer cinese Lamu è morta : uccisa dell'aggressione dell'ex marito

di Alessia Mogevero - venerdì 2 ottobre 2020

L

La giovane influencer cinese Lamu è morta il 30 settembre, dopo due settimane di agonia per le ustioni subite dopo l'attacco mortale all'ex marito.

Era il 14 settembre quando Lamu decise di aprire il suo live su Tik Tok. Il social network nato in Cina era diventato per lei un grande rifugio, dove poter dialogare con tutti i suoi amati followers. Più di 782.000 fan avevano deciso di seguire la una donna di 30 anni recentemente divorziata dal marito violento.

L'ex ha deciso di compiere il gesto spregevole cospargendola di benzina e provocando ustioni nel 90% del suo corpo. Lamu aveva iniziato a convivere con i fan da pochi minuti, ma la scena dell'attacco omicida non è stata catturata dalla telecamera del suo cellulare. Il filmato è stato interrotto poco prima, ma molti spettatori hanno affermato di aver assistito alle grida strazianti della povera donna.

L'influencer, secondo quanto riportato dal quotidiano locale Beijing Youth Daily, è stata immediatamente portata in ospedale, dove è rimasta fino al 30 settembre, giorno della sua morte. Secondo l'ex cognato, i due avevano divorziato proprio a causa dei violenti attacchi che Lamu era costretta a subire quotidianamente dal marito. Nei mesi precedenti aveva già ripetutamente minacciato la donna che ora lascia due bambini di 3 e 12 anni.

L'uomo è ora accusato di omicidio intenzionale. I messaggi di cordoglio alla famiglia di Lamu stanno rimbalzando online. La giovane donna era entrata nel cuore di migliaia di utenti anche grazie alla grande positività che ha saputo esprimere dai suoi video.