Tanner Lake Wall ucciso a 13 anni da un’ameba mangia cervello

di Vito Manzione - domenica 13 settembre 2020

Tanner Lake Wall ucciso a 13 anni da un’ameba mangia cervello

Ciò è accaduto in Florida, negli Stati Uniti, dove Tanner Lake Wall ha contratto il parassita di Naegleria Fowleri mentre era in vacanza con la sua famiglia alla fine di luglio. 

La morte è avvenuta lo scorso agosto, ma i genitori ora hanno deciso di raccontare alla stampa locale quanto accaduto nella speranza di mettere in guardia altri parenti della rara ma mortale ameba. Secondo i rapporti, il bambino è andato a nuotare in un lago durante una vacanza in campeggio dal 23 al 26 luglio. Proprio durante il bagno, il parassita gli è entrato nel naso e il giorno dopo ha iniziato ad avere un mal di testa che è peggiorato, seguito da altri sintomi, tra cui nausea e vomito. 

In ospedale i medici hanno pensato a un'influenza insignificante. Ma quando le condizioni di Tanner peggiorarono, i suoi genitori lo portarono in un altro ospedale a Gainsville, dove i test questa volta confermarono la diagnosi: meningoencefalite amebica primaria, una malattia per la quale non ci sono cure. Dopo alcuni giorni, i genitori decisero di scollegare i respiratori che tenevano ancora in vita Tanner. Ora stanno cercando di educare il pubblico a evitare episodi più simili, ricordando che l'ameba mangia-cervello può essere presente nei corpi idrici da luglio fino alla fine di settembre : "Basta un tuffo o una nuotata".