Omicidio Willy Monteiro : Quei ragazzi hanno avuto atteggiamento mafioso

di Mario Ferrazzuolo - domenica 13 settembre 2020

Omicidio  Willy Monteiro : Quei ragazzi hanno avuto atteggiamento mafioso

A Otto e Mezzo il magistrato Nicola Gratteri ha parlato del maxiprocesso anti-Ndrangheta, dell'omicidio di Willy e delle riforme della giustizia. 


Durante la puntata ha detto: “Oggi la ‘ndrangheta sta aspettando, c’è molta tensione e nervosismo nei miei confronti”. E sull'’omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro ha affermato: “Mentalità fascista? Direi mentalità mafiosa, nel senso che quei ragazzi hanno avuto atteggiamento mafioso: controllo del territorio. Chiunque fosse stato lì lo avrebbero ucciso: è un modo di essere di quelle persone, questa è la concausa di mancanza di istruzione e cultura di gente allenata alla violenza”.

In merito al tema delle riforme nella Giustizia, ha aggiunto: “Le riforme che ho io in testa non si fanno, nemmeno con questo governo. Il ministro Bonafede sta prestando grande attenzione al mio ufficio e ho buoni rapporti con lui, come ce li avevo con il suo predecessore, Orlando. Ma non è questo, il livello di contrasto alle mafie sarà sempre insufficiente finché non faremo – nel rispetto della costituzione – quelle leggi che renderanno delinquere non più conveniente”. Per poi concludere: “Le mafie non stanno a guardare. Compreranno tutte le attività che potranno acquistare approfittando della crisi“.