Napoli, De Laurentiis positivo: Tampone ogni 4 giorni anche per noi presidenti

di Mario Ferrazzuolo - giovedì 10 settembre 2020

Napoli, De Laurentiis positivo: Tampone ogni 4 giorni anche per noi presidenti

La notizia della positività al coronavirus di Aurelio De Laurentiis ha scosso il mondo del calcio italiano circa dieci giorni prima dell'inizio del campionato di Serie A

Il presidente del Napoli, presente mercoledì all'assemblea della Lega. la questione dei diritti televisivi, ora è di casa a Capri. Non è in condizioni fisiche perfette e come lui è contagiata anche sua moglie Jacqueline: si sente esausto, ha la febbre e i medici non escludono la possibilità che venga trasferito in ospedale. 

Fonti interne all'azienda affermano che non aveva febbre né quando partì da Napoli né quando arrivò a Milano; i sintomi (mal di stomaco dopo una cena a base di pesce) sono tipici del Covid-19 e il monitoraggio dello stato di salute è sempre stato costante (attraverso i controlli medici richiesti dal protocollo per tutti i membri). Una comunicazione urgente della Lega Serie A ha allertato tutti i soci del club presenti all'hotel Hilton. Il numero uno della Lazio Claudio Lotito ha anche spiegato qual è la prassi indicata dal regolamento e quali sono i requisiti a cui sono soggetti anche i presidenti delle squadre.

Lotito nell'intervista all'Adnkronos: In qualità di presidente di una squadra professionista, la Lazio, sono sempre sottoposto al protocollo del calcio. Ogni 4 giorni faccio il tampone e ogni 14 il sierologico. Sono super controllato, anche in ritiro ad Auronzo con la squadra ho adottato queste misure previste dal protocollo calcistico. Domani farò il tampone, avendo fatto l'ultimo 3 giorni fa. Nessun problema dunque. Ieri non ho parlato con De Laurentis, era a 30 metri da me e indossavo la mascherina", conclude il presidente della Lazio.