Willy ucciso a calci e pugni : voleva solo difendere un amico a Colleferro

di Francesco Oliva - lunedì 7 settembre 2020

Willy ucciso a calci e pugni : voleva solo difendere un amico a Colleferro

La vittima è Willy Monteiro Duarte, 21 anni di origine capoverdiana residente nella regione di Frosinone. Era a Colleferro con gli amici per trascorrere una serata all'insegna del divertimento.

Una tragedia di ciò che non vorremmo mai sentire. Una faida avvenuta durante la vita notturna si è trasformata in un vero e proprio massacro che ha provocato la morte del 21enne Willy Monteiro Duarte che voleva solo difendere un amico, ma ha pagato con la propria vita.

Il triste evento è avvenuto a Colleferro in provincia di Roma in una zona di locali notturni. Domenica all'alba il ragazzo capoverdiano è stato aggredito da quattro persone tra i 22 ei 26 anni. Furono poi arrestati ad Artena dopo aver tentato una vile fuga.

La dinamica dei fatti non è ancora ben definita, ma circola già una prima ricostruzione. Willy verso le 4 del mattino era con i suoi amici nell'area del club. La discussione sarebbe iniziata per colpa di una ragazza. Le prime scintille sarebbero avvenute all'interno di un pub e continuate all'esterno dove sono degenerate violentemente.

Il giovane sarebbe intervenuto per difendere uno dei suoi amici e per reprimere la lotta. Sembrava lì e invece, una volta lasciato solo mentre si avvicinava alla sua macchina, è stato sorpreso da diverse persone che lo hanno preso a calci e pugni. A sua difesa si sono sacrificati altri due coetanei, anch'essi feriti (le loro condizioni non sono gravi).

Una violenza senza precedenti che ha provocato la tragica morte dello sfortunato ragazzo. La polizia, arrivata sul posto a causa del precedente episodio, lo ha trovato in condizioni critiche. Una volta in ospedale, i medici non hanno potuto fare a meno di dichiarare Willy morto. Un giovanissimo ragazzo morto per salvare un amico in pericolo, che si è scontrato con una crudeltà macabra.