Nuovo decreto: Ecco cosa prevede su discoteche, treni e scuola

di Alessia Mogevero - giovedì 6 agosto 2020

Nuovo decreto: Ecco cosa prevede su discoteche, treni e scuola

Il nuovo Dpcm avrebbe dovuto essere rilasciato entro il 31 luglio, ma il governo Conte ha fissato una scadenza di circa una settimana per poter fare i passi giusti, poiché nel resto del mondo il Coronavirus ha iniziato a circolare di nuovo. Il nuovo Dpcm del governo Conte entrerà in vigore lunedì 10 agosto

Ma questo rischia di segnare una rottura tra il governo e le regioni. Perché il Comitato Tecnico Scientifico è intervenuto con gamba dritta dettando le regole non solo del trasporto nazionale su rotaia (quindi Alta Velocità e treni interurbani) ma anche dei mezzi di trasporto locali (come i treni regionali, la metropolitana e autobus) sottolineando l'importanza di mantenere la distanza interpersonale di un metro. Il CTS vuole rivedere l'autonomia concessa alle Regioni - in diversi ambiti di competenza.

Se le compagnie ferroviarie - ma anche le compagnie di trasporto locali - non rispettassero le regole contenute nel nuovo Dpcm del 10 agosto, rischierebbero di essere costrette a pagare un'ammenda elevata, oltre a un avvertimento alle autorità. E 'quanto divulgato da fonti a Palazzo Chigi dopo il Consiglio dei ministri durato più di 4 ore per mettere nero su bianco il nuovo decreto. Le regole sono distanza interpersonale, alternanza di luoghi e capacità del 50%.

Come già previsto, il nuovo Dpcm del 10 agosto non comporterà alcuna limitazione per le compagnie aeree: puoi volare senza problemi con una capacità del 100% grazie al ricircolo dell'aria. Tuttavia, ti consigliamo di evitare l'uso di minibus per portare i viaggiatori dalla porta di imbarco all'aereo e viceversa.

Dal 15 agosto, le crociere possono tornare mentre per le discoteche - come aveva già ampiamente suggerito il Premier Conte - sarà necessario attendere. Inoltre riaprono le fiere e i convegni che trainano l'economia italiana. Gli stadi continuano a restare chiusi, ma sarà un tema caldo nel prossimo Dpcm in vista della ripresa dei campionati professionistici.