Coronavirus: Una possibile cura con gli anticorpi dei lama

di Francesco Oliva - lunedì 13 luglio 2020

Coronavirus: Una possibile cura con gli anticorpi dei lama

Un nuovo possibile rimedio per il coronavirus viene dai lama: grazie a questi simpatici animali, infatti, sono stati prodotti in laboratorio due nano-corpi, vale a dire piccole varianti stabili degli anticorpi che possono neutralizzare il virus Sars- CoV-2.

Pubblicato in "Natural Structural & Molecular Biology", lo studio è stato condotto dal team di James Naismith del Rosalind Franklin Institute in Inghilterra. Gli umani, come la maggior parte dei mammiferi, hanno anticorpi diversi da quelli dei camelidi, come i lama, che hanno una variante di anticorpi "a catena pesante" chiamati nanobodies.

Questi nano-corpi sono piccoli, stabili e facili da produrre, motivo per cui potrebbero diventare potenziali terapie. Il team di James Naismith e Raymond Owens ha descritto l'identificazione e la caratterizzazione di due nano-corpi strettamente collegati (H11-H4 e H11-D4) in grado di bloccare l'attacco della proteina Spike nella coltura cellulare.

H11-H4 in particolare, secondo i ricercatori, ha mostrato "potenza particolarmente elevata e ulteriore neutralizzazione". Gli autori della ricerca hanno spiegato che i nanobodies possono trovare applicazione da soli o in combinazione con altri anticorpi per l'immunizzazione passiva di pazienti con Covid-19. Poiché si tratta di anticorpi derivati ??dai lama, la paura è che possano generare solo risposte immunitarie deboli nell'uomo, quindi il lavoro dei ricercatori è ancora lungo.