Michele Bravi ha patteggiato un anno e mezzo di carcere per omicidio stradale

di Francesco Oliva - giovedì 9 luglio 2020

Michele Bravi ha patteggiato un anno e mezzo di carcere per omicidio stradale

Michele Bravi ha patteggiato un anno e 6 mesi di carcere per omicidio stradale, per l'incidente del 22 novembre 2018 in cui è morta una donna di 58 anni, Rosanna Colia. 

L'accordo di appello deciso oggi prevede la sospensione e la non menzione della sentenza nel casellario giudiziario. Bravi stava guidando un'auto da una società di car sharing: ha lasciato un parcheggio per entrare nella strada nella direzione opposta, ma non ha visto la donna che guidava la sua moto e in quel momento e che si è schiantato contro la portiera della macchina. Bravi aveva chiesto aiuto, la donna era stata trasportata a San Carlo, ma poco dopo la sua morte.

La proposta di patteggiamento ha ottenuto il via libera dalla procura. Bravi aveva anche scritto una lettera alla famiglia della donna due o tre mesi dopo l'incidente, esprimendo il dolore che sentiva e "la sua vicinanza e il vuoto per quello che era successo".