Li aveva lasciati in auto : Il padre dei gemellini morti non andrà in prigione

di Giuseppe Ferrazzuolo - giovedì 25 giugno 2020

Il padre dei gemelli, lasciati in macchina e morti sotto il sole, non andrà in prigione. Questa la decisione per Juan Rodriguez, un ex veterano tormentato dal dolore di aver causato la morte di Luna e Pohenix, i suoi gemelli di un anno. La tragedia è avvenuta a New York. Come ogni giorno, Juan caricava i suoi gemelli in macchina, andava al lavoro e tornava in macchina dopo 8 ore. Quel giorno purtroppo dimenticò un passo importante, l’asilo nido. Era convinto di averli lasciati, ma in realtà era uscito direttamente dal lavoro. 

Tentò di spiegare, tormentato dal dolore, cosa accadde e sua moglie lo sostenne continuamente. Rientrato in macchina, vide i suoi bambini con la schiuma in bocca e sotto shock, chiese aiuto. Gli esperti hanno ripetutamente spiegato che questo fenomeno può verificarsi e che è una specie di blackout. Succede con le azioni che avvengono quotidianamente. Può succedere che tu sia convinto di aver fatto una certa cosa, quando in realtà non è così.

aveva

Nelle 8 ore dal lavoro, nessuno si rese conto che questi due gemelli erano rimasti all'interno dell'auto, perché quest'ultima aveva vetri oscurati. Un anno dopo l'episodio, nessuna accusa per omicidio colposo. Juan Rodriguez non andrà in prigione ma per il resto della sua vita, dovrà affrontare un dolore immenso e un senso di colpa per aver ucciso i suoi figli. Oggi, con sua moglie, trascorre il suo tempo educando altri genitori, in modo che prendano precauzioni per non commettere lo stesso errore.