Soldi Contanti, dal 1 luglio nuovo limite : pagamenti solo sotto 1.999,99 euro

di Anna Spiotta - giovedì 18 giugno 2020

Soldi Contanti, dal 1 luglio nuovo limite : pagamenti solo sotto 1.999,99 euro

Dal 1 ° luglio, non sarà più possibile effettuare pagamenti in contanti superiori a 1.999,99 €. Un limite che rimarrà valido per un anno e mezzo: dal 1 ° gennaio 2022, infatti, scenderà ulteriormente a 999,99 euro. Ciò significa che in 15 giorni, per pagamenti superiori o uguali a 2000 euro, sarà necessario utilizzare uno strumento tracciabile, come un bonifico bancario o postale, una carta di credito o di debito, un assegno.

La regola si applica a tutti, persone fisiche o giuridiche. 

Questo - sottolinea laleggepertutti.it - ??significa che porterà a una sanzione non solo per lo scambio di denaro oltre la soglia tra gli individui (ad esempio, il padre che concede un prestito al figlio) ma anche tra diverse società , tra un individuo e un'azienda, tra partner, tra realtà imprenditoriali dello stesso gruppo.

Sono esclusi solo i casi in cui un imprenditore di una persona fisica effettua un prelievo di almeno 2.000 euro dalla propria attività o paga un importo superiore alla soglia stabilita per finanziare la propria attività: sono in realtà situazioni in cui non esiste uno scambio di denaro tra una persona e l'altra, condizione essenziale per la configurazione del reato. La legge obbliga i professionisti non solo a rispettare questa soglia, ma anche a comunicare al Ministero dell'Economia e delle Finanze, generalmente attraverso i servizi contabili dello Stato, qualsiasi atto illegale di cui vengano a conoscenza nel corso della loro attività. .

Cosa stai rischiando? 

La nuova legislazione prevede che "per le violazioni commesse e contestate dal 1 ° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, l'editto minimo è fissato a € 2.000", mentre per quelli commessi dal 1 ° gennaio 2022, vale a dire - dire quando la soglia di utilizzo del contante scende ulteriormente a 999,99 euro, il minimo sarà di 1000 euro. Dal 1 ° luglio, la sanzione minima per l'oblazione sarà ridotta da 6.000 a 4.000 euro.

La riduzione della pena minima di pubblicazione (quella di 2.000 euro dal 1 ° luglio) non è prevista per coloro che hanno l'obbligo di combattere il riciclaggio di denaro, vale a dire per quelli chi è tenuto a denunciare i reati e quindi per i professionisti che non denunciano il reato: per quelli soggetti alla sanzione minima rimarranno a 3.000 euro.