Indagata Irene Pivetti: Inchiesta per riciclaggio, perquisita la sua casa a Milano

di Angelo Caputo - martedì 9 giugno 2020

Indagata

Altre cinque persone sono coinvolte nelle indagini, condotte dall'Unità di Polizia Economica e Finanziaria della Guardia di Finanza a Milano e coordinate dal procuratore Giovanni Tarzia. L'inchiesta si concentra sulle operazioni di importazione ed esportazione con la Cina da parte di società attribuibili a Irene Pivetti. 

Le forze dell'ordine nella casa milanese dell'ex presidente da camera Irene Pivetti. Il "Corriere della Sera" ha riferito, spiegando che nella mattina di oggi, martedì 9 giugno, i soldati dell'Unità di Polizia Economica e Finanziaria Fiamme Gialle sono comparsi a casa della politica, nell'area di Porta Venezia, nell'ambito di un'indagine sul riciclaggio di denaro che vede Pivetti stessa e altre cinque persone sotto inchiesta. L'indagine vede al centro delle operazioni di import-export con la Cina svolte da società attribuibili all'ex presidente della Camera: durante la ricerca, durata un paio d'ore, sono stati acquisiti alcuni documenti.

Pivetti è anche sotto inchiesta per una presunta frode all'importazione di maschere.

Le indagini che hanno portato alle ricerche odierne risalgono a prima dell'emergenza del Coronavirus: pertanto, sono distinte dall'inchiesta sulla frode dell'offerta pubblica che è stata aperta nelle ultime settimane dall'accusa di Roma, ma i cui file erano inviati dagli investigatori a Piazzale Clodio a colleghi milanesi per giurisdizione territoriale. In questo caso, l'indagine è focalizzata su un'altra società gestita da Pivetti, "Only Logistics Italia", e fa riferimento a una serie di maschere ordinate dalla Protezione Civile nel contesto dell'emergenza Covid. L'inchiesta sulla presunta frode che vede Pivetti sotto inchiesta è iniziata dalla procura di Savona e ha portato, a fine aprile, al sequestro di migliaia di maschere di tipo Ffp2 importate dalla Cina.