Mauro Icardi al PSG : l'Inter si tutela dalla Juventus con 15 milioni

di Paola Cammarota - sabato 30 maggio 2020

Mauro

L'Inter e il Paris Saint-Germain si sono allontanati dalla scadenza del 31 maggio, termine per l'acquisto di Mauro Icardi a favore del club parigino. 

Era necessario un nuovo negoziato nonostante il fatto che la cifra fosse già stata fissata a 70 milioni l'estate scorsa. Anche il PSG ha sofferto e soffrirà gli effetti della crisi economica derivante dal Coronavirus, motivo in più poiché la Ligue 1 è stata l'unica lega di alto livello a optare per la cessazione definitiva. Leonardo, dopo un qualificato lavoro diplomatico, convinse l'Inter ad ammorbidire la sua posizione e ottenne un accordo più vantaggioso sul piano economico. Icardi diventerà un calciatore del Paris Saint-Germain, a tutti gli effetti, contro una spesa di 50 milioni più otto bonus, solo parzialmente facili da raggiungere.

L'Inter, che non aveva intenzione di dare il benvenuto alla squadra di Maurito dopo i problemi interni che gli avevano fatto salutare, e il Paris Saint-Germain, che negli ultimi mesi aveva scoperto in Argentina il campione con 20 gol in 31 partite, uno ogni 98 minuti. 

Il calciatore Mauro Icardi e la clausola anti-Juve

C'è una nota aggiuntiva nell'accordo che l'Inter e la Paris Saint-Germain, una clausola fortemente desiderata da Beppe Marotta: in caso di vendita di Icardi in Serie A, PSG dovrà spendere altri 15 milioni nelle casse dell'Inter. Una precauzione che i nerazzurri volevano prendere di fronte alla possibilità di un trasferimento alla Juventus, già durante questa estate. I bianconeri hanno flirtato con l'attaccante e Wanda Nara per almeno due sessioni di mercato e l'acquisto di un nuovo centro è una delle priorità della prossima campagna commerciale. Per il momento, Icardi è parte integrante dei piani tecnici di PSG e nessuna vendita immediata è all'orizzonte. Ma l'Inter voleva proteggersi nonostante tutto, consapevole delle mille sorprese che il mercato dei trasferimenti può contenere.